Campionati Dilettantistici – ottava giornata
Il Cas vola. Busto 81-Legnano pari col brivido

Busto 81-Legnano pari a reti bianche. Cas e San Filippo gioiscono. Pari per San Marco, Antoniana, Borsanese e Ardor. Sconfitta solo per il Beata Giuliana

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Le bustocche si lasciano dietro le spalle anche questa ottava giornata di campionato. L’abbondante pioggia caduta nel fine settimana ha inzuppato e reso pesanti i campi, regalando così a tifosi ed appassionati novanta imprevedibili minuti di gioco “maschio” e tanti colpi di scena.

Eccellenza

Busto 81-Legnano: 0-0

Pari col brivido per il Busto 81 di Danilo Tricarico nel sentitissimo derby contro il Legnano. Per più di 80 minuti la partita resta in equilibrio, con le due squadre che lottano alla pari senza mai riuscire a prevalere sull’avversario. Ma all’82’ arriva il match point per il Legnano: Buccino commette fallo in area di rigore. Il direttore di gara fischia il penalty ed esibisce il secondo giallo al giocatore bustocco, che finisce negli spogliatoi. Dagli undici metri per i lilla si presenta Berberi, ma il portiere biancorosso Monzani gli dice di no e lancia il salvagente ai Tori bustocchi. Nel finale il Busto 81 resta a galla e blinda il risultato. Ma alla fine, chi può veramente gioire per il pareggio è la capolista Castellanzese, che allunga ulteriormente il divario sulle inseguitrici.

“Il pareggio è il risultato giusto per quanto si è visto in campo, è stata una partita estremamente combattuta ed equilibrata. Nel finale ci ha salvati Monzani” commenta il team manager Giorgio Tomasini.

Prima Categoria

Cas-Ispra Calcio: 1-0

Vince ancora il Cas di Luciano Cau e vola insieme alla Vanzaghellese in vetta alla classifica. In questa partita tesa e nervosa, è stata un’autorete a decidere il risultato: il cross velenoso di Panarese viene anticipato maldestramente dal difensore dell’Ispra Mazzotta, che finisce per beffare il proprio portiere. Non mancano i brividi e le occasioni da entrambe le parti, ma i legni dicono di no sia agli ospiti, che fanno tremare la traversa nel primo tempo, sia ai bustocchi, che sbattono sul palo al novantesimo col tiro di Alessi. Alla fine, il Cas riesce a strappare altri tre punti  preziosi.

“Siamo contenti per il risultato, i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro anche oggi. Adesso pensiamo allo scontro diretto col Cantello” dichiara mister Cau.

Solbiateseinsubria-San Marco: 2-2

Ancora una volta, la San Marco di Paolo Marchiorato si porta a casa un punto beffardo e tanti rimpianti. Il buon gioco e la superiorità dei bustocchi si fanno notare fin da subito. I leoni alati si dimostrano per l’ennesima volta letali sulle palle inattive e, grazie ad uno schema su un calcio da fermo, trovano il vantaggio con Napolitano. Non passa molto e la San Marco trova il bis ancora con Napolitano, sempre su calcio piazzato. Nella ripresa è la Solbiateseinsubria a rendersi più pericolosa e ad agganciare un inaspettato pareggio dimostrando di saper pungere anch’essa su punizione e grazie ad una mischia in area nel finale.

“Due punti buttati. Non siamo riusciti a tenere alta l’attenzione e ci siamo fatti rimontare, c’è tanto rammarico” confessa mister Marchiorato.

Valceresio-Antoniana: 0-0

Pareggio di pregio per l’Antoniana di Giovanni Canestrale che frena la capolista Valceresio. Sotto la pioggia battente di Arcisate, mancano i gol ma non le occasioni. I bustocchi riescono a creare non pochi grattacapi ai padroni di casa che, però, alzano un muro e frenano l’attacco giallorosso. L’occasione più nitida per i bustocchi arriva nel primo tempo, ma il tiro di Venturelli viene respinto sulla linea.

“I ragazzi avevano fame ed hanno strappato questo risultato con il cuore e con la grinta. Quando fai punti contro le squadre di vertice acquisisci morale, ci sarà utile per le prossime partite” ammette mister Canestrale.

Seconda Categoria

Borsanese-Lonate Pozzolo: 2-2

Si ferma sul pari anche la Borsanese di Davide Tomanin. Su un campo ai limiti della praticabilità sono proprio i bustocchi ad esultare per primi grazie a De Michele. L’attaccante biancoazzurro riesce ad avere la meglio in una mischia in area di rigore e a spingere il pallone alle spalle del portiere avversario. Il Lonate Pozzolo però non molla, e risponde prontamente riportando il risultato in parità. La partita, nervosa e combattuta, sembra sorridere alla Borsanese quando il direttore di gara indica il dischetto e D’Agnano trasforma prontamente. Ma nell’ultimo giro d’orologio gli ospiti riescono ad approfittare di un errore del portiere bustocco e a strappare il pareggio.

“Dovevamo rialzare la testa dopo la debacle di settimana scorsa ed ho avuto la risposta che volevo dai ragazzi. Peccato solo per l’errore nell’ultimo minuto di gioco, ma anche questo fa parte del calcio” ammette fra gioia e rammarico mister Tomanin.

San Massimiliano Kolbe-Beata Giuliana: 2-1

Sconfitta amara per il Beata Giuliana di Alfredo Rossetti che inciampa sul campo del San Massimiliano Kolbe. I bustocchi partono sottotono e vengono puniti dai padroni di casa che insaccano e chiudono in vantaggio la prima metà di gara. Ad inizio ripresa è Ciuciu a riportare il risultato in pareggio e a dare speranza ai suoi. Il Beata prende campo, ma non riesce a pungere e, da un’azione offensiva non andata a buon fine, nasce il contropiede che sigla il definitivo 2 a 1 in favore del Kolbe.

“Nessuno ti regala niente. Ogni partita devi combattere fino al triplice fischio, altrimenti ti ritrovi a leccarti le ferite come stiamo facendo oggi” commenta amareggiato mister Rossetti.

Terza Categoria

San Filippo-San Lorenzo: 4-2

Prova di carattere per il San Filippo di Diego De Bernardi, che stende in rimonta il San Lorenzo. Gli ospiti partono arrembanti e riescono subito a trovare la via del gol e a raddoppiare nella prima mezz’ora di gioco. Ma è Micheal Terranova a trascinare i suoi nella rimonta e a riequilibrare il punteggio con una doppietta prima della fine del primo tempo. Le emozioni non sono finite e nella ripresa i bustocchi partono all’assalto della porta avversaria. Giuseppe Terranova viene steso in area di rigore e l’arbitro concede il penalty prontamente trasformato da Trotti. Nel finale è ancora Micheal Terranova ad arrotondare ulteriormente il risultato e a trovare la tripletta personale.

“Siamo felici per la prestazione e per il risultato. Ma un pensiero oggi va al nostro caro Gigi “Mourinho” Vignati, al quale siamo vicini per il lutto recentemente subito” commenta mister De Bernardi.

Ardor-Poglianese: 4-4

Rimedia un pari amaro l’Ardor di Matteo Gastaldello. Sono gli ospiti i primi a portarsi in vantaggio grazie ad un calcio di rigore. La reazione bustocca è pronta e prima con la punizione di Franzini e poi con la zampata di Mouchammir, gli azzurrini riescono a ribaltare il risultato. Nel secondo tempo, però, arriva la risposta della Poglianese che riporta in equilibrio il risultato. Ma, ancora una volta, l’Ardor cambia le carte in tavola e gonfia nuovamente la rete con Bratti e poi allunga con Mantovan. Dopo poco tempo la formazione ospite si vede anche sventolare due cartellini rossi che danno ai bustocchi l’illusione di aver già messo in tasca una vittoria ancora da conquistare sul campo. Arriva così l’incredibile beffa e la Poglianese, in nove uomini, riesce prima ad accorciare le distanze e poi a riagganciare un miracoloso pareggio. Per l’Ardor un solo punto e tanti rimpianti.

“Abbiamo spento la lampadina quando eravamo ancora in campo e ne abbiamo pagato le conseguenze” dichiara amareggiato mister Marchiorato.

Copyright @2018