- InformazioneOnLine - http://www.informazioneonline.it -

Castellanza aderisce a Ville Aperte in Brianza

Dopo la pausa estiva ripartono le iniziative organizzate dall’Amministrazione per celebrare il bicentenario di Villa Brambilla, sin dal 1921 storica sede del Comune, realizzata nel 1818 dall’architetto Pietro Pestagalli. Molte le proposte che l’Amministrazione, in collaborazione con diverse realtà del territorio, ha pensato per i prossimi due mesi; il primo appuntamento è per giovedì 13 settembre alle 21, presso la Sala delle Colonne, dove si svolgerà la serata “Pietro Pestagalli e la Valle Olona. I suoi interventi a Castellanza, Olgiate Olona, Gorla Maggiore” tenuta da Davide Tarlazzi.

Giovedì 18, invece, sempre alle 21 presso la Sala Colonne, Eugenia Bianchi parlerà di “Milano, capitale neoclassica”, mentre da sabato 22 settembre al 14 ottobre Villa Pomini ospiterà la mostra a cura dell’Associazione Artisti Legnanesi “Arte in Comune…  Bicentenario di Villa Brambilla”.

Nelle domeniche 16 e 23 settembre, poi, Villa Brambilla aprirà le porte ai visitatori, nell’ambito della manifestazione Ville Aperte in Brianza, che da 16 anni promuove la conoscenza delle bellezze nascoste in Brianza e nell’Altomilanese; Castellanza è il primo comune della provincia di Varese ad aver aderito a questo circuito, che comprende oltre 70 comuni.

Sarà dunque possibile effettuare tour, guidati dai ragazzi del liceo Candiani, di circa mezz’ora a partire dalle 10 fino alle 17.30, prenotandosi sul sito www.villeaperte.info; il costo della visita è di 4 euro, gratuito per gli under 12. Queste visite sono inoltre inserite nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 del Ministero per i beni e le attività culturali.

Infine domenica 21 ottobre ci sarà una nuova apertura straordinaria, ad ingresso gratuito, che proporrà visite guidate ogni mezz’ora dalle ore 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18, e sabato 27 ottobre si svolgerà l’ultima uscita culturale “Milano dei Brambilla: il Carmine, il Palazzo di Città e Brera segreta” a cura di Davide Tarlazzi.

“Tutto quello che abbiamo organizzato – spiega l’Assessore Giandomenico Bettoni – vuole raccontare la storia di una Castellanza nel cui passato, e presente, c’è molta bellezza da condividere, e l’adesione al circuito delle Ville Aperte ci permette di raggiungere anche molte persone fuori dai nostri confini, cosa che altrimenti non sarebbe possibile.

Tutto questo è stato possibile solo facendo rete, sia all’interno della nostra città che con le realtà che ci circondano, a ulteriore testimonianza del fatto che solo in questo modo si possono raggiungere risultati importanti”. “Sono decisamente entusiasta di quest’iniziativa – conclude il Sindaco Mirella Cerini – il nostro è il primo Comune in Provincia di Varese ad entrare in questo circuito, che ha un bacino di pubblico decisamente vasto; credo, poi, che il fatto che Castellanza sia ancora una volta disponibile e pronto ad aprirsi ad un territorio ancora più vasto sia un motivo di orgoglio. È tutto nato da una proposta fatta per festeggiare i 200 anni di Palazzo Brambilla, proposta che, grazie all’impegno e all’entusiasmo di moltissime realtà, è cresciuta sino a qui, ed è per questo che ringrazio tutti coloro che hanno contribuito in questi mesi”.