L’ADDIO A BROGGI, INDIMENTICATO DIRETTORE DI ASCOM
Ciao Giorgio!

Davanti a una bara: quella di Giorgio Broggi, un Amico. Ne hanno parlato con dovizia di particolari, don Giorgio, nell'Omelia, Romeo Mazzucchelli, Presidente ASCOM e il Presidente LILT, Franco Mazzucchelli. Il nostro ricordo

Gianluigi Marcora

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Davanti a una bara: quella di Giorgio Broggi, un Amico. Ne hanno parlato con dovizia di particolari, don Giorgio, nell’Omelia, Romeo Mazzucchelli, Presidente ASCOM e il Presidente LILT, Franco Mazzucchelli.

A noi preme un “ricordo” che all’epoca ci fece male, ma che dimostrò al mondo quanto davvero i signori Mazzucchelli hanno espresso ai convenuti in chiesa San Michele. Di fronte alla verità ci vuole verità.

Con Giorgio Broggi abbiamo sempre utilizzato una strenua difesa di Costumi e Tradizioni di Busto Arsizio. Lui non proprio Bustocco, io Bustocco purosangue. Me lo ricordava e me lo riconosceva sempre. Ed io gli ribadivo con orgoglio “ce ne fossero Bustocchi come te“, caro Direttore ASCOM e lui gradiva. Con Giorgio s’è collaborato con l’aiuto di ASCOM a l’[email protected]. Poi col BellimBusto, Dialetto in Palcoscenico, l’[email protected] per portare alle 60.000 famiglie residenti in Busto Arsizio e nei Comuni del Medio Olona, l’autentica Bustocchità che altri non erano riusciti a fare.

Un giorno qualcuno disse “come mai?” e cominciò a soffiare un “venticello” che parve una calunnia. Per noi ci fu una specie di sospetto che ovviamente non gradimmo e che ributtammo sdegnosamente. Ci volle qualche tempo per far trionfare la lealtà dentro la verità e Giorgio ed io lottammo con l’anima contro ogni tipo di indifferenza. Poi ci fu l’apoteosi del vero; la grandiosità di valorizzare a tutti gli effetti il nostro “andò in giru cunt’i ogi fòa dul capèl“(andare in giro con gli occhi fuori dal cappello – nel senso di dire, mai nascondersi).

Qualche velata “scusa” ci pervenne, ma non aveva per noi importanza. Era dentro di noi il valore dei valori. Ma come nascondere la delusione, l’incredulità, l’ipotesi di un sospetto sul nostro modo di agire?

Ora, di fronte a una bara s’è manifestato la pienezza della verità. Vero che siamo uomini, ma per dirla tutta, Giorgio ha mai accettato da noi neanche una biro con scritto sopra l’[email protected], per non dare adito a elucubrazioni mentali di ogni specie.

La tua memoria, Giorgio, ci accompagnerà sempre, nello spirito di un lavoro a favore di Busto Arsizio con le sue Tradizioni. Non importa se per vari motivi ASCOM non è più con noi (qualche “briciola” l’abbiamo raccolta) o ha spostato il tiro su altre iniziative. Quel che conta – Giorgio – è il sorriso del cuore e la lealtà dentro la verità. Quella che ti trasmetto e ricordo a tutti, davanti a una bara e che Tu, da Lassù abbia sempre a custodire, nel nome e nei valori che hai sempre donato alla vita. Ti abbraccio forte con l’anima e alla Tua Famiglia porto la Vicinanza del cuore, dentro le condoglianze per un Uomo diventato Angelo. Davanti a una bara, ciao Giorgio!

Copyright @2018