"MANIERE FORTI" CONTRO LA DIFFUSIONE DEL CORONAVIRUS
Cimiteri di Busto chiusi. Divieto d’accesso al Parco Alto Milanese

Il sindaco Antonelli bacchetta i cittadini: "Provvedimenti drastici ma necessari alla luce di quanto purtroppo osservato in questi giorni"

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Maniere forti” contro la diffusione del coronavirus. I cimiteri di Busto Arsizio da domani, venerdì, verranno chiusi. Mentre già da oggi è vietato l’accesso al Parco Alto Milanese.
“Vedo ancora troppa gente in giro e questo non va bene” aveva detto il sindaco Emanuele Antonelli in un video postato su Facebook nelle scorse ore, annunciando la possibilità di misure più stringenti e di controlli “intransigenti” da parte delle forze dell’ordine.
E il primo cittadino è stato di parola: dopo i parchi, infatti, Antonelli ha deciso di chiudere anche i cimiteri. “Non sarei voluto arrivare a tanto – spiega- ma purtroppo, date le numerose segnalazioni, mi vedo costretto a dover chiudere da domani tutti i cimiteri della città”.
I campisanti rimarranno aperti solo per tumulazioni e cerimonie funebri, secondo le modalità previste dal decreto del presidente del Consiglio. “Mi unisco alle preghiere per i vostri cari e vi invito nuovamente a restare a casa affinché tutto ciò possa terminare al più presto”, dice ancora il sindaco.

Porte sbarrate anche per il Parco Alto Milanese. Ieri il presidente del consorzio, Carlo Bianchi, ha ordinato la chiusura del parco sovraccomunale fino al 3 aprile per evitare assembramenti. Stop quindi all’accesso alle aree di fruizione, ai sentieri utilizzati per camminate, passeggiate, corse e similari a piedi, in bicicletta, a cavallo e ogni altra forma di frequentazione.
L’accesso è consentito solo ai residenti e a chi si occupa delle attività commerciali presenti all’interno del parco che possono rimanere aperte, ovviamente ai sensi dei decreti governativi.
Il controllo del rispetto dei divieti è demandato ai Corpi di Polizia locale dei tre comuni su cui si estende il parco, Busto, Legnano e Castellanza, oltre che alle forze dell’ordine in generale.

“La chiusura del parco Altomilanese è una misura assolutamente in linea con quanto l’Amministrazione ha già disposto come ulteriore misura di prevenzione del contagio – commenta Antonelli -. È un provvedimento drastico ma necessario alla luce di quanto purtroppo osservato in questi giorni: ancora troppe persone non hanno capito che evitare di uscire è l’unica arma che abbiamo come semplici cittadini per combattere questo nemico”.

Copyright @2020