Per il tecnico umbro terzo anno sulla panchina biancorossa
Coach Mencarelli: “Fiero di restare a Busto”

La Unet Yamamay conferma la fiducia nel lavoro del suo allenatore e del suo staff mentre guarda con attenzione al mercato: Piani, Dall’Igna e Marcon

Igor Mutinari

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Mencarelli c’è! Nonostante circolassero voci contrastanti, l’allenatore umbro resterà per un altro anno, almeno, alla Unet Yamamay Busto Arsizio. Il progetto intrapreso due stagioni or sono prosegue con Pirola e Barbaro che hanno rinnovato la fiducia al tecnico, coach biancorosso che in estate guiderà la nazionale Under 18 ai mondiali di categoria, già vinti nel 2015. Con Mencarelli è stato confermato in toto lo staff: il vice Marco Musso, l’assistente Christian Tammone, lo scoutman Tommaso Barbato e il preparatore atletico Alessandro Mattiroli.

“Sono fiero – annuncia il tecnico orvietano – di continuare a lavorare a Busto Arsizio, in una società che va controcorrente nel senso che tutela il tecnico e il lavoro del suo staff. Sono grato al Presidente Giuseppe Pirola, che è stato capace di fare quadrato nei momenti di difficoltà incontrati nelle due stagioni precedenti, prorogando la fiducia nelle persone del team: condividendo sempre i pensieri ha contribuito a rafforzare me e il mio gruppo di lavoro. Lavorare in continuità è importante: con i miei ragazzi ci sono automatismi, responsabilità e confini di competenza ben noti. Sulla squadra nuova posso dire che sarà fortemente italiana e giovane, caratteristiche che per mia natura mi piacciono molto. Stiamo chiudendo tutti i ruoli fondamentali, con una scelta importante ancora da fare per un posto 4 di potenza oppure di equilibrio: da questo dipenderà il profilo del nuovo roster. Un giudizio su Sarah Wilhite? Ѐ una giocatrice che mi ha subito colpito, a pelle, così come era successo con Karsta Lowe. Le referenze sono tutte molto positive e va aggiunto che la ragazza ha forti motivazioni”.

UYBA MERCATO: PIANI E QUALCHE RITORNO?

Se coach Mencarelli parla di mercato, non possiamo esimerci dal farlo noi. Giulia Pisani ci ha raccontato di come la Uyba le abbia proposto un contratto, presumibilmente a condizioni diverse da quelle attuali. La centrale toscana ci sta riflettendo e le parti si sono prese qualche giorno di tempo. Allo stato attuale è probabile che Miss Murone preferisca cercare una nuova avventura, ma il fatto che Botezat – che sulla carta dovrebbe sostituirla – non è ancora stata annunciata è un indicatore della situazione in stand-by.

Per quanto riguarda il mercato in entrata, invece, oltre ai soliti nomi che circolano da settimane (Gennari, Orro, Plak e Martinez), non mancano le novità. La prima riguarda un vero pallino di Mencarelli, ovvero Vittoria Piani. La 19enne milanese del Club Italia gioca opposto e potrebbe essere utilissima come alternativa a Diouf che fatica a reggere gli impegni ravvicinati (l’azzurra ha da poco lasciato il raduno con la nazionale di Mazzanti per seguire una terapia di otto settimane, al fine di recuperare appieno dai suoi problemi fisici). Nel Club Italia, quando Piani è stata disponibile, Lucchi ha sempre scelto di spostare Egonu in posto 4 per farle spazio nello starting six: una referenza non da poco.

Stefania Dall’Igna, bustocca di nascita l’anno scorso a Monza, appare un nome papabile come vice Orro: ha il pregio di essere esperta della categoria, di costare il giusto e di poter accettare un ruolo da comprimaria.

Infine, non cessa mai l’amore di Francesca Marcon per i colori biancorossi (e viceversa): sui propri social network la veneta ha lanciato ammiccamenti al pubblico biancorosso e, benché sia solo una sensazione, non ci stupirebbe se Cisky tornasse al PalaYamamay facendo una scelta di… cuore, con un ruolo non da titolare, ma importante per le rotazioni.

Non trovano invece riscontri, allo stato attuale, le voci che vogliono in biancorosso De Lellis (palleggiatrice della Sab Grima) e Perinelli (ex Orago e Club Italia), né quelle che predicono un ritorno di Buijs.

Copyright @2017

LEGGI ANCHE