L’INTERVENTO DELLA CUB
Code all’Anagrafe: “Subito assunzioni!”

Secondo il sindacato, i ritardi sono “il risultato di una politica del personale basata sull'obiettivo di ridurre la spesa”

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Code e attese all’Ufficio Anagrafe, interviene la Cub Pubblico Impiego: “Ora subito assunzioni!”.
“Non sono un episodio inatteso, bensì il risultato di una politica del personale basata più sull’obiettivo di ridurre la spesa che non di offrire un servizio efficiente ai cittadini”.

Perché se è vero che “le normative nazionali hanno imposto in questi ultimi anni limiti alle assunzioni”, il sindacato osserva che “il Comune di Busto ha utilizzato parzialmente e in ritardo anche i pochi margini di spesa consentiti. Bastava un po’ di lungimiranza e questo grave disservizio sarebbe stato evitato”.

Secondo la Cub, “ora non bastano i ringraziamenti al personale che si è prodigato, non bastano nemmeno le poche nuove assunzioni programmate, anche considerando che dal 2018 decadono molti limiti prima imposti dalle leggi di Bilancio al turnover. Non è più tempo di stare ad aspettare, anche perchè le criticità emerse prepotentemente all’Ufficio Anagrafe sono presenti in molti altri settori del Comune”.

E ancora: “Busto Arsizio è una grande città, con una popolazione di oltre 84.000 abitanti e in continua crescita, una città che merita attenzione da parte di chi la governa. I lavoratori comunali non sono una variabile dipendente e non possono essere i ‘capri espiatori’ sempre in prima linea per colpe altrui! Senza di loro i servizi non vanno avanti! Servizi efficienti non possono essere erogati senza una adeguata dotazione organica”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA