vince e convince anche l'Ardor
Colpo Beata e Borsanese, pari e patta fra Busto 81 e Castellanzese

Busto 81-Castellanzese pari a reti bianche. Esultano Beata, Borsanese ed Ardor; pari amaro per la San Marco; cadono Cas, Antoniana e San Filippo

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Non son mancati i gol e le sorprese neanche in questa decima giornata dei campionati dilettantistici provinciali e regionali. Questa domenica di Novembre si è rivelata particolarmente dolce per le bustocche in Seconda Categoria, con Borsanese e Beata che sono riuscite a centrare il risultato pieno; mentre il Busto 81 e Castellanzese si spartiscono equamente la posta in gioco nel derby di Eccellenza in scena al “Chinetti” si Solbiate Arno.

Eccellenza

Busto 81-Castellanzese: 0-0

Non si fanno male Busto 81 e Castellanzese, che terminano il derby a reti bianche. In questa partita tesa e combattuta, giocata principalmente a centrocampo, nessuna delle due squadre è riuscita a prevalere sull’altra. Poche occasioni da entrambe le parti, con la partita che rischia di svoltare quando l’attaccante della Castellanzese, Dell’Aera, commette un fallo ingenuo e si vede sventolare il secondo giallo, e finisce negli spogliatoi. Gli uomini di Danilo Tricarico non riescono ad approfittare della superiorità numerica e, nel finale, anche Puka colleziona il secondo giallo ed, in dieci contro dieci, si accende un finale che però, non sposta il punteggio dallo 0 a 0.

“Risultato giusto, è stata una partita molto combattuta ed equilibrata. Il pareggio, vista la classifica, è un risultato che accontenta più gli avversari che noi, ma il campionato è ancora lungo” dichiara il team manager Giorgio Tomasini.

Prima Categoria

Cas-Arsaghese: 2-4

Cade in casa il Cas di Luciano Cau, che interrompe la sua striscia positiva. Partono meglio gli arsaghesi, che insaccano nelle fasi iniziali di gara. Immediata la risposta dei sinaghini, con Berton che riesce ad avere la meglio in una mischia e a spingere in pallone in rete. Calcio d’angolo per gli ospiti, le marcature dei biancoazzurri non sono impeccabili ed il portiere Melchiorre si ritrova a raccogliere il pallone dal fondo della rete. Il Cas non molla e, prima di rientrare negli spogliatoi, riesce a riportare nuovamente in parità il risultato grazie alla bella giocata di Agrello, che stoppa il pallone col petto e fredda il portiere arsaghese. Nella ripresa, però, gli episodi non girano a favore del Cas, che crea tanto, ma viene punito in ripartenza per ben due volte da una cinica Arsaghese.

“Non siamo stati efficaci e cinici come lo siamo stati in altre partite. Abbiamo commesso qualche errore di troppo sia in fase di costruzione, sia in fase difensiva” ammette mister Cau.

Antoniana-Gorla Maggiore: 1-3

Inciampa in casa l’Antoniana di Giovanni Canestrale, che deve arrendersi ad un Gorla Maggiore lanciatissimo. La partenza lampo dei gorlesi mette subito alle corde i bustocchi, che incassano 3 reti nella prima mezz’ora di gioco. I giallorossi non escono di partita e riescono a rendersi pericolosi più volte nella trequarti degli ospiti, ma la mira è poco precisa ed il risultato resta inchiodato sul 3 a 0 fino all’ultima azione, quando S. Ranieri trova il gol della bandiera.

Aurora Cantalupo-San Marco: 1-1

Rimedia un pari beffardo la San Marco di Paolo Marchiorato sul campo dell’Aurora Cantalupo. I bustocchi aprono le marcature dagli undici metri con Vendemmiati, che resta freddo e trasforma il rigore. Gli ospiti riescono ad imprimere un buon gioco e a far tremare più volte i padroni di casa, ma senza mai pungere. Il raddoppio non arriva nemmeno quando Vendemmiati riesce a liberarsi e a sparare verso la porta della squadra di Cerro Maggiore, che viene salvata dal palo. Nei minuti finali arriva la beffa per i leoni alati: il difensore bustocco cerca di guadagnarsi una rimessa laterale calciando la sfera addosso all’attaccante cantalupino, l’arbitro non vede ed assegna la rimessa ai padroni di casa, che colgono di sorpresa gli uomini di mister Marchiorato ed agganciano il pareggio.

“Abbiamo disputato la nostra miglior partita vista finora. Siamo riusciti ad avere il controllo del gioco, ma abbiamo cestinato troppe palle gol e nel finale, complice una svista dell’arbitro, è arrivata pure la beffa” commenta fra soddisfazione e rammarico mister Marchiorato

Seconda Categoria

Arnate-Beata Giuliana: 0-4

Vittoria secca per il Beata Giuliana di Alfredo Rossetti, che risponde così alle recenti polemiche legate alle porte del campo di via Cascina dei Poveri. Ai bustocchi bastano una manciata di minuti per trovare subito la via del gol con Ciuciu. Gli ospiti prendono campo e fiducia ed al 25’ trovano anche il raddoppio con Corà, al quale segue nuovamente Ciuciu, che firma il 3 a 0 che ipoteca il risultato poco prima dell’intervallo. Ma i ragazzi di mister Rossetti non si accontentano, e ad inizio ripresa calano il poker ancora con il solito Ciuciu, che trova anche la tripletta personale. I bustocchi amministrano il risultato nel finale e si portano a casa altri tre punti.

“Complimenti ai ragazzi. Abbiamo avuto l’approccio corretto sin dal primo minuto ed abbiamo disputato una prova di carattere, andiamo avanti così” dichiara soddisfatto mister Rossetti.

Rescaldinese-Borsanese: 1-2

Torna ad esultare la Borsanese di Davide Tomanin, che si impone in esterna nello scontro diretto con la Rescaldinese. I bustocchi riescono a portarsi in vantaggio nei primissimi minuti di gioco con Castellotti, ma la reazione dei padroni di casa è pronta: rigore guadagnato, e punteggio che torna in equilibrio. Poco prima di rientrare negli spogliatoi, la formazione di Borsano riesce a riportarsi avanti approfittando di un pasticcio difensivo della Rescaldinese, che regala palla a Candiani. L’attaccante bustocco non fa compimenti ed insacca. Il secondo tempo è fatto di tanto nervosismo ed inutili lanci lunghi, con nessuna delle due squadre che riesce a far cambiare il punteggio, fermo sul 2 a 1 in favore della Borsanese.

“Siamo riusciti a portare a casa il risultato, ma non abbiamo fatto una buona prestazione. Ci vuole più cattiveria ed applicazione, possiamo ancora migliorare” ammette mister Tomanin

Terza Categoria

Oratorio San Filippo-Villa Cortese: 0-4

Niente da fare per il San Filippo di Diego De Bernardi, che non riesce ad opporsi alla capolista Villa Cortese. Ma sono proprio i bustocchi ad avere la prima grande occasione per passare in vantaggio: Merlino viene steso in area di rigore e l’arbitro fischia il penalty. Dal dischetto si presenta Montagner che, però, si lascia ipnotizzare dal portiere ospite, che gli nega la gioia del gol. Si dimostra più cinico il Villa Cortese, che quando si fa vedere davanti sa far male, e punge i bustocchi per due volte nel finale della prima frazione di gara. Nella ripresa il San Filippo tenta la reazione, ma la difesa degli ospiti è solida ed i bustocchi tornano a soffrire gli attacchi della capolista, che insacca altri due gol e ferma il punteggio sul definitivo 4 a 0.

“Abbiamo avuto le nostre occasioni per tornare in partita, ma siamo stati troppo spreconi. Il Villa Cortese è una squadra solida e cinica, non ti perdona” confessa mister De Bernardi

Union Oratori Castellanza-Ardor: 2-4

Blitz dell’Ardor di Matteo Gastaldello, che esce dal campo dell’Union Oratori Castellanza con tre punti ed una bella iniezione di morale. I bustocchi aprono le danze con Cannizzaro che, per l’ennesima volta, si riconferma grande specialista dei calci piazzati ed infila la sfera alle spalle del portiere castellanzese. I padroni di casa rispondono dopo una manciata di minuti e riequilibrano il punteggio. Nella seconda frazione di gara la partenza bruciante dell’Ardor scotta l’Union Oratori Castellanza e gli azzurrini riescono a ritrovare il vantaggio con un’altra rete di Cannizzaro. I castellanzesi riacciuffano immediatamente il pareggio, ma poco dopo i bustocchi riescono a procurarsi la punizione che costa anche l’espulsione per proteste ad un uomo dei padroni di casa. Questa volta Cannizzaro non riesce a battere il portiere, ma Franzini si avventa sulla respinta ed insacca. Nel finale c’è altra gloria per Cannizzaro, l’uomo-partita di questa giornata, che firma la tripletta e regala i tre punti ai suoi.

“Ottima prestazione dei ragazzi. Abbiamo incontrato una squadra che sapeva far girare bene il pallone e ci ha messo in difficoltà, ma alla fine siamo riusciti a portare a casa il risultato” dichiara mister Gastaldello

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA