PASSAGGIO DI CONSEGNE
Comando Nato, Perretti cede la guida a Miglietta: “Tre anni entusiasmanti. Lascio col sorriso”

Il Generale di Corpo d’Armata Roberto Perretti, originario di Busto Arsizio, dopo tre anni ha ceduto il testimone alla guida del Comando multinazionale al Generale di Corpo d’Armata Guglielmo Miglietta. Cerimonia ufficiale alla presenza delle autorità del territorio

Silvia Bellezza

SOLBIATE OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Avvicendamento alla guida del Comando di Reazione Rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA). Il Generale di Corpo d’Armata Roberto Perretti, originario di Busto Arsizio, dopo tre anni ha ceduto il testimone alla guida del Comando multinazionale al Generale di Corpo d’Armata Guglielmo Miglietta.

Questa mattina si è tenuta la cerimonia ufficiale, alla presenza delle autorità locali, sindaci e amministratori del territorio, e delle rappresentanze delle 18 nazioni che fanno parte del Comando Nato. “Sono stati tre anni entusiasmanti, nei quali insieme abbiamo, con metodo, rifinito, oliato e ottimizzato ogni aspetto, funzione, struttura – ha dichiarato Perretti – abbiamo fatto il nostro meglio, vi ringrazio per come avete operato: per l’entusiasmo, per la passione, per il coraggio. In questi anni siamo stati valutati e siamo risultati il miglior Corpo D’Armata dell’Alleanza, siamo diventati un Hub addestrativo per Unità Affiliate. Abbiamo raggiunto risultati veramente lusinghieri in tutti i settori. Il merito di ciò è vostro e del vostro lavoro”.

Perretti ha quindi ringraziato le autorità locali “per il sostegno e la  vicinanza, le famiglie, le donne e gli uomini del Nisic”. Il suo nuovo  incarico sarà alla guida del Comando delle Forze Operative Nord: “Lascio col sorriso. Sorrido perché in questi anni ho dato tutto quanto era nelle mie possibilità, con l’orgoglio di comandare un’unità multinazionale solida e coesa. La mia serenità è ancora più grande perché so che chi mi succederà saprà proseguire con equilibrio ed efficacia nell’opera di crescita del nostro prestigioso Comando”.

Guglielmo Miglietta nato a Lecce nel 1961, ha all’attivo un lungo elenco  di prestigiosi incarichi. Nel 2015, è stato anche Comandante della Missione Nato  “KFOR” in Kosovo. È legato da rapporti di amicizia e professionali di lunga data con Perretti: “Conscio delle responsabilità che mi attendono, mi auguro di continuare ad essere degno erede delle tradizioni di eccellenza di cui il Corpo D’Armata gode in campo internazionale – ha affermato il Generale Miglietta – l’obiettivo da perseguire è quello di continuare ad assicurare una realtà fatta di sostanza, stile e solidarietà. Cercherò di servire con umiltà e senso di giustizia, nella certezza che non mancherà il sostegno imprescindibile di tutti voi, solo così sarà possibile dare concretezza ed efficacia alla nostra azione. Posso garantire sin da ora che il mio agire continuerà ad essere costantemente illuminato da lealtà, serietà e generosità. Al Generale Perretti, amico e mio punto di riferimento, di come debba essere e comportarsi un soldato , un ringraziamento particolare per ciò che ha fatto in questi anni, garantendogli che la mia azione di comando sarà orientata a consolidare i risultati sinora raggiunti e procedere nel solco da lui tracciato”.

La cerimonia segnerà la chiusura di un periodo intenso per il Comando NATO di Milano. Durante l’ultimo triennio, proprio sotto la guida del Generale Perretti, il Comando ha raggiunto traguardi d’eccellenza nell’ambito dell’Alleanza. Tra i principali, lo svolgimento nel 2018 del ruolo di Land Component Command della NATO Response Force (NRF) e l’esercitazione “Eagle Meteor”. Quest’ultima attività, conclusa lo scorso mese di ottobre, ha visto impiegati oltre 1800 militari in diverse sedi, nazionali e estere, per testare e consolidare le proprie capacità nella pianificazione e nella condotta di operazioni ad alta intensità. Questi impegni, così come le innumerevoli attività addestrative portate al termine con successo dal personale di NRDC-ITA, hanno contribuito ad affermare il ruolo del Comando NATO di Milano nel panorama della difesa e sicurezza internazionale.

Copyright @2019