CROCI COMMENTA IL CONSIGLIO
“Continua l’opera di razionalizzazione delle spese”

A margine dell’ultimo consiglio comunale, in cui è stato approvato il bilancio di previsione, il capogruppo di maggioranza Luigi Croci ha voluto esprimere alcune riflessioni circa l’operato del gruppo Partecipiamo e l’atteggiamento delle minoranze

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A margine dell’ultimo consiglio comunale, in cui è stato approvato il bilancio di previsione, il capogruppo di maggioranza Luigi Croci ha voluto esprimere alcune riflessioni circa l’operato del gruppo Partecipiamo e l’atteggiamento delle minoranze.

“Nell’ultimo consiglio comunale è stato approvato il terzo bilancio di previsione dell’amministrazione targata “Partecipiamo” – spiega Luigi Croci – tra il Sindaco, gli assessori e i consiglieri di maggioranza il clima è di grande soddisfazione, perché anche questa volta abbiamo dimostrato di essere coesi e decisi a portare avanti senza esitazione il nostro programma amministrativo.

Per la prima volta a Castellanza i dati di un bilancio sono stati presentati, non elencando una serie di numeri e dati, ma proiettando slide con tabelle semplici e comprensibili, preparate e illustrate dall’assessore Luisa Giani; questo ha permesso di esporre ai consiglieri e ai cittadini presenti, in modo chiaro e trasparente, le scelte relative alle imposte e ai contenuti del bilancio.

Anche nel 2019 continua l’opera di risanamento del bilancio e di razionalizzazione delle spese, lavoro fondamentale per poter tornare ad investire sia nel miglioramento dei servizi ai cittadini sia nello sviluppo della nostra città. Tutto questo senza caricare sui cittadini l’aumento delle imposte.

La TARI è stata leggermente diminuita per le famiglie, mentre è stata ritoccata in aumento la Tasi, ma solo per la grande distribuzione, gli ospedali, gli istituti bancari e, in minima parte, per le imprese.

Rispetto all’anno precedente è rimasta invariata la cifra stanziata per i servizi sociali, 2 milioni e 700mila euro, mentre 1 milione e 694mila euro sono stati stanziati per investimenti, in particolare per la sicurezza delle scuole, per la sicurezza viabilistica e per asfaltature e marciapiedi.

Anche questa volta abbiamo assistito al tentativo delle minoranze, ad essere sinceri molto debole, di screditare e criticare per partito preso l’operato della nostra amministrazione.

L’impressione che abbiamo avuto è che abbiano dato una lettura superficiale alla documentazione, e dimostrato di non aver ben chiaro il significato, e la struttura, del Documento Unico di Programmazione.

Ci aspettavamo che le minoranze entrassero nel merito dei contenuti, ma le critiche sono state generiche e poco precise: hanno parlato di tagli ai servizi che in realtà non sono tagli, ma normali variazioni fatte sulla base del consuntivo dell’anno precedente, e hanno fatto confusione sugli orti sociali pur essendo state date risposte precise.

Infine, per dare ancora meglio l’idea di come viene fatta l’opposizione a Castellanza, rendiamo noto che Marinella Colombo, Paolo Colombo, Michele Palazzo e Angelo Soragni hanno votato contro l’approvazione delle delibere relative all’IRPEF, all’IMU, rimaste invariate, e alla TARI, diminuita per le famiglie, mentre Giovanni Manelli e Mino Caputo si sono astenuti.

Forse il non essere contro a prescindere aiuterebbe tutti quanti a migliorare la vita quotidiana dei Castellanzesi”.

Copyright @2019