OSPEDALE DI BUSTO ARSIZIO
Coop Lombardia regala due lettini alla Terapia del Dolore

Una donazione importante per l'Unità Operativa di Terapia del Dolore dell'ospedale di Busto Arsizio. Due nuovi lettini di ultima generazione per migliorare il comfort dei pazienti che si sottopongono alle cure e agevolare l'operatività dei medici. L'inziativa è di Coop Lombardia

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Donati due lettini di ultima generazione all’Unità Operativa di Terapia del Dolore. Il prezioso gesto di generosità è a favore del reparto che si occupa di fornire le cure per alleviare il dolore cronico dei pazienti (una persona su cinque ne è colpita e i numeri sono in costante aumento).

L’iniziativa è stata realizzata da Coop Lombardia, rappresentata dal presidente Daniele Ferrè, che sottolinea: “È un piccolo gesto, un segnale che vogliamo dare alla realtà bustocca aiutando questo presidio in attesa della futura realizzazione dell’ospedale unico. Tutti i padiglioni, in passato, sono stati intitolati alle famiglie bustocche più facoltose che hanno contribuito con generosità alla crescita dell’ospedale. Oggi i tempi sono cambiati, ci sono diversi modi per aiutare la Sanità Pubblica, Coop Lombardia lo fa concretamente donando dei letti speciali, a elevata automazione e di ultima generazione che possono garantire un alto livello qualitativo per i pazienti che necessitano delle cure del reparto di Terapia del Dolore. La cooperazione – prosegue Ferrè –nasce nella comunità e dai bisogni delle persone, da qui deriva la nostra missione, ordinata dai principi sociali e dalla mutualità, con iniziative di alto valore sociale, come il sostegno all’ospedale di Busto”.

I nuovi lettini, spiega il dottor Daniel Covello che coordina la Struttura Complessa di Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore, andranno a sostituire quelli attuali, sono regolabili in altezza, elettricamente, hanno testata regolabile mediante pistone a gas e una portata di 200 kg. Caratteristiche essenziali per poter eseguire procedure invasive nei pazienti con dolore cronico che presentano motilità ridotta e posture obbligate: “Andranno a migliorare il confort dei nostri pazienti ma anche l’operatività dei nostri medici”. L’Unità Operativa effettua circa tremila prestazioni annue, tra visite e procedure antalgiche.

La dottoressa Mercedes Lanzillotta che dirige l’Unità Operativa, ha ringraziato la Coop per aver creduto fortemente in questa iniziativa: “I nuovi lettini sono particolarmente confortevoli  anche per  i pazienti affetti da patologie neurodegenerative importanti che ne trarranno beneficio”.

La donazione dei lettini arriva in un momento particolarmente significativo: a breve  l’Unità Operativa si trasferirà nei locali ristrutturati della nuova ala del padiglione Candiani e vi sarà un’intera riorganizzazione del reparto.

L’iniziativa ha ricevuto il plauso  del direttore sanitario dell’Asst Valle Olona, Paola Giuliani: “È una donazione che ci sta particolarmente a cuore perché riguarda i pazienti che soffrono. Un gesto di liberalità che ricade su tutta la comunità. Non da ultimo, è anche uno sprone: tutti possiamo compartecipare al bene comune, esprimendo il valore altissimo di responsabilità e di mutuo aiuto”.

Anche il direttore socio sanitario, Marino Dell’Acqua, ha espresso grande riconoscenza: “La terapia del dolore è un aspetto molto importante, c’è grande impegno su questo fronte ma sono ancora molte le persone che soffrono. Stiamo organizzando degli incontri tra l’ospedale e i medici di Medicina Generale, uno dei quali potrebbe riguardare proprio questo tema”.

Copyright @2019