Busto-Dresdner: 3-2 (25-21, 24-26, 25-22, 23-25, 15-10)
Coppa Cev: la Yamamay vince al tie-break, ma quanta fatica…

Nella gara d'andata dei 16esimi di Coppa Cev, le farfalle devono faticare fino al tie-break per avere ragione delle tedesche. Domenica a Busto (ore 17.30) arriva Scandicci dell'ex Carlo Parisi

ALEMANI

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Quanta fatica! La Yamamay e-work Busto Arsizio ha la meglio solo al tie-break di un mai domo Dresdner, giunto a Busto con un seguito di 10 orgogliosi tifosi. Davanti ai 1500 del PalaYamamay (complimenti alla società di patron Pirola per aver compreso la gara negli abbonamenti), le farfalle si complicano la vita da sole nel quarto set, sprecando un rassicurante vantaggio (19-12). Un problema in più per Mencarelli, da risolvere quanto prima in virtù di un dicembre complicato, è quello di Grobelna, ancora sottotono e sostituita da Piani a gara in corso.

Top scorer tra le biancorosse è una sempre più positiva Herbots (21 punti), ma Orro manda in doppia cifra tutte le compagne: Gennari 17, Botezat 13, Berti e Piani 12.

Senza sosta, Gennari e compagne torneranno sul teraflex amico già domenica 2 dicembre alle ore 17.30. A far visita alle farfalle sarà Scandicci del grande ex Carlo Parisi.

Le voci del post partita

Coach Marco Mencarelli: “Sono felicissimo per la vittoria, sapevamo delle difficoltà che avremmo incontrato contro una squadra per certi versi simile a noi. Il black out sul 19-12 ci ha tolto alcune certezze e noi ci siamo lasciati trascinare. Poi però ci siamo ripresi bene, ora dobbiamo essere squadra anche nella riflessione su questi momenti. Ci portiamo comunque a casa una vittoria importante in chiave ritorno”.

Britt Herbots: “Sono felice di aver vinto la partita, é difficile giocare contro una squadra così perché lottano e non hanno niente da perdere: sapevamo che sarebbe stato difficile perché avrebbero lottato. La squadra sta giocando bene e ogni partita è dura, ogni partita è da combattere e penso che stiamo lavorando bene, dobbiamo continuare così”.

Le pagelle

Piani 6.5, Herbots 7, Grobelna 5.5, Gennari 7, Orro 7, Leonardi 6.5, Berti 6.5, Botezat 6.5. All.: Mencarelli 6.5.

Il film della partita
Per l’esordio continentale, coach Mencarelli opta per il sestetto più rodato: Orro in diagonale con Grobelna, Botezat e Berti al centro, Gennari ed Herbots in banda, Leonardi libero. Risponde Waibl con Van Romer-Stigrot, Mrdak-Planinsec, Segura-Radosova, Benson. Farfalle in maglia biancorossa, tedesche in nero.

Primo set: L’avvio del match è equilibrato con Grobelna che prova a suonare la fuga (7-5) prontamente rintuzzata dalle teutoniche. Mrdak regala un primo vantaggio alle sue (11-13). Busto accelera a servizio e l’ace di Botezat è una dichiarazione di intenti (17-14) per le farfalle che scappano senza fermarsi più nemmeno di fronte alla rimonta tentata sul turno di servizio di Segura (21-19). Il primo set lo chiude Gennari con un mani-out (25-21).

Secondo set: Le tedesche provano a rialzare la testa (3-7). Le cose non girano nella metà campo biancorossa e sul 4-11 Mencarelli ha già esaurito i time-out a disposizione. L’ingesso di Piani per Grobelna (terza parti consecutiva) sembra dare la scossa alle biancorosse (17-20). Sul 18-23 i giochi sembrano fatti ma l’opposto accorcia ancora (21-23) e Berti pareggia. Il Dresdner trova però la forza di chiudere con Mrdak (24-26).

Terzo set: Con Piani riconfermata nel sestetto, le farfalle escono meglio dai blocchi grazie al turno dai nove metri di Botezat (7-5). Dresdner comunque non molla e la partita vive punto a punto sino al doppio muro consecutiva di Berti (17-15). Da una centrale all’altra: Botezat segna l’ace del 19-15. Van Romer, a sua volta a servizio, accorcia il divario (20-18). Il finale però è tutto biancorosso con Herbots che timbra il 25-22.

Quarto set: Le farfalle, con il conto set favorevole, provano a mettere pressione alle avversarie: Piani 6-4. L’ace di Gennari vale un parziale di 5-0 che sembra segnare il destino del match (13-8). Le farfalle toccano il 19-12, ma a questo punto il motore si blocca e Dresdner recupera punto dopo punto. Mencarelli riprova a gettare nella mischia Grobelna, ma proprio l’opposto belga spara in rete il 23-25.

Tie-Break: Busto non si lascia scomporre dal brutto quarto set e con Herbots trova subito un break (5-3) che al cambio campo diventa 8-5. Sull’8-7 sembrano tornare i fantasmi del quarto set, ma il 13-9 di Piani li scaccia via e Berti può chiudere finalmente (15-10).

Tabellino

Yamamay e-work Busto Arsizio-Dresdner SC: 3-2
(25-21, 24-26, 25-22, 23-25, 15-10)
Yamamay E-Work Busto Arsizio: Piani 12, Peruzzo, Herbots 21, Grobelna 3, Gennari 17, Cumino ne, Orro 4, Leonardi (L), Bonifacio ne, Meijners, Berti 12, Botezat 13. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute: vincenti 6 (Botezat 4), errate 14. Muri: 11 (Berti 4, Botezat 3).
Dresdner SC: Benson (L), Von Romer 1, Petter (L), Wezorke ne, Mollers, Stigrot 21, Maase ne, Korhonen ne, Segura 14, Radosova 2, Mrdak 14, Schwabe 9, Weitzel ne, Planinsec 21. All. Waibl, 2° Muller. Battute: vincenti 10, errate 16. Muri: 11
Arbitri: Partiainen-Grabovsky
Durata set: 23′, 29′, 27′, 29′, 15. Tot: 123′.
Spettatori: 1514.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA