A BREVE ANCHE UN QUARTO GRUPPO
Cresce l’adesione al controllo di vicinato

Dopo alcune false partenze sembra che il progetto del controllo di vicinato abbia finalmente preso piede nel Comune di Castellanza, dove l’impegno dell’Amministrazione Cerini sta iniziando a dare esiti positivi

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Dopo alcune false partenze sembra che il progetto del controllo di vicinato abbia finalmente preso piede anche nel Comune di Castellanza, dove l’impegno dell’Amministrazione Cerini sta iniziando a dare esiti positivi. Se in altri comuni della zona, in particolar modo ad Olgiate, il controllo di vicinato è orami una realtà ben radicata che coinvolge centinaia di famiglia, a Castellanza, nonostante i ripetuti tentativi, ha sempre faticato a prendere piede, salvo che in alcune zone isolate.

L’Amministrazione Cerini, però, ha deciso di rilanciare il progetto, organizzando diversi incontri per cercare di coinvolgere la cittadinanza, e questa politica si è rivelata vincente; dopo i due gruppi attivi ormai da qualche anno, quello della zona di via Costa, Don Gnocchi e Venezia e quello della zona di via dei Sassi, infatti, è diventato operativo anche il nuovo gruppo composto da famiglie residenti in via del Maggiolo, via Latina e via Frosinone. Si tratta di un nuovo gruppo composto da una ventina di nuclei famigliari che si vanno ad aggiungere alle altre venti famiglie già operative in città, con lo scopo di prestare attenzione a ciò che avviene nel quartiere e sulle strade, segnalando alle forze dell’ordine eventuali movimenti o persone sospette.

“Il Controllo di Vicinato – spiegano il Sindaco Mirella Cerini e il Comandante della Polizia Locale Francesco Nicastro – è una prima risposta alla richiesta di sicurezza con partecipazione volontaristica ed attiva che, soprattutto oggi, si leva sempre più pressante dai cittadini; inoltre ha anche un risvolto sociale dato dal rimettere in atto relazioni e contatti tra vicini di casa, ricreando un senso di appartenenza e di comunità. Siamo contenti che il nuovo gruppo sia costituito da cittadini Castellanzesi e da cittadini Bustocchi, a testimonianza del fatto che i confini tra i nostri territori sono solo amministrativi, ma la realtà dimostra come i residenti delle zone di confine le percepiscono come un unico territorio con gli stessi problemi e le stesse dinamiche, senza limiti fisici o barriere virtuali, dove tutti si sentono coinvolti nella ricerca del bene Comune.

Vogliamo quindi ringraziare tutti coloro che hanno aderito ai gruppi attivati fino ad oggi, e ci auguriamo che la loro disponibilità sia da esempio per tutti gli altri cittadini che vorranno attivarsi in altre zone o quartieri della Nostra Città”. E questo desiderio sembra destinato ad essere esaurito a breve; è, infatti, in fase di formazione un quarto gruppo di famiglie residenti in via Cesare Battisti che presto diverrà operativo.

Copyright @2018