Giancarlo Saporiti confermato presidente del Comitato Piccola Industria di UNIVA
“Dalla difesa delle piccole industrie dipende il futuro della nostra economia”

Il flagello coronavirus ha letteralmente sconvolto l’intero sistema economico italiano. Una vera e propria catastrofe che sta mettendo a durissima prova la tenuta stessa del tessuto produttivo nazionale, con particolare riferimento alle piccole e medie industrie

VARESE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il flagello coronavirus ha letteralmente sconvolto l’intero sistema economico italiano.

Una vera e propria catastrofe che sta mettendo a durissima prova la tenuta stessa del tessuto produttivo nazionale, con particolare riferimento alle piccole e medie industrie.

Lo ribadisce l’imprenditore metalmeccanico Giancarlo Saporiti, amministratore delegato della Samic Spa di Lonate Ceppino e presidente (riconfermato proprio di recente) del Comitato Piccola Industria dell’UNIVA.

L’emergenza sanitaria sta coinvolgendo con pesanti ripercussioni tutte le aziende, anche del nostro territorio, ma si sta abbattendo con maggior forza – ha detto lo stesso Giancarlo Saporiti –  sulle realtà piccole e medie, maggiormente esposte alla crisi di liquidità”,

Il Comitato Piccola Industria dell’Unione Industriali rappresenta le imprese con meno di 100 addetti ed è l’espressione più fedele dell’imprenditoria locale, con una quota del 91% della base associativa.

Non a caso, il 78% delle imprese aderenti all’UNIVA ha meno di 50 addetti, mentre le aziende con più di 250 addetti sono il 3%.

Quali sono le aspettative degli imprenditori in merito all’azione governativa?

La speranza è che le nuove misure prese dal governo con il ‘Decreto Maggio’ possano risolvere il problema della tempestività con cui le risorse devono arrivare al sistema produttivo per evitare una drammatica ondata di crisi aziendali e perdite di posti di lavoro. La piccola industria – sottolinea Giancarlo Saporiti –  rappresenta la spina dorsale del sistema produttivo italiano e varesino, dalla sua difesa e tutela dipende il futuro della nostra economia e del benessere della gran parte delle famiglie del nostro territorio”.

Gestire il presente e costruire il futuro: come sarà possibile?

Approfittando di questo momento eccezionale, riteniamo necessario inquadrare gli interventi in un piano complessivo di lungo periodo con cui contrastare il declino economico, ma anche aiutare la trasformazione, la modernizzazione ed il rilancio dell’economia del nostro Paese. Tutte questioni che, anche di fronte agli ultimi provvedimenti, in gran parte anche positivi e condivisibili, rimangono comunque sul tappeto come una mappa da seguire nell’azione di politica economica dei prossimi mesi. Da una parte c’è l’emergenza, ma dall’altra ci sono anche le profonde trasformazioni in atto che le piccole imprese stanno affrontando – scandisce Giancarlo Saporiti -, dimostrando ancora una vola la propria principale caratteristica: grande flessibilità e capacità di adattamento. Penso anche solo allo smart working introdotto in tutte quelle aree aziendali che possono lavorare in remoto. Sbaglieremmo se pensassimo di poter tornare indietro non appena sarà possibile. Dobbiamo saper cogliere le opportunità che stiamo creando nelle nostre piccole e grandi riorganizzazioni del lavoro per diventare sempre più efficienti e produttivi”.

Un fattore strategico per il Comitato Piccola Industria è senza dubbio il tema dei rapporti con le scuole.

Non a caso, il Comitato stesso è l’organizzatore del Pmi Day: la più grande manifestazione di orientamento allo studio di tutto il territorio che si rivolge agli studenti delle classi terze delle scuole medie.

Un evento tra i più importanti nel suo genere anche a livello nazionale, che ogni anno coinvolge oltre 4.000 giovani in più di 140 visite aziendali.

Quale sarà la ‘nuova normalità’ del Pmi Day in epoca di convivenza con il Covid-19 – osserva Giancarlo Saporitiè un qualcosa ancora tutto da inventare, ma ciò che non possiamo di certo permetterci è di perdere il contatto con le scuole. Il distanziamento sociale deve portare a ripensare anche nuove modalità di relazioni tra mondo dell’istruzione e impresa”.

Tra conferme e alcune novità il Comitato Piccola Industria dell’Unione Industriali ha cambiato almeno in parte la propria composizione, di seguito la nuova composizione del Comitato:

  • Saporiti Giancarlo (Presidente) – SAMIC SPA, Gruppo “Meccaniche”
  • Bonfanti Andrea (Vicepresidente) – BONFANTI BORSE SRL, Gruppo “Tessile e Abbigliamento”
  • Pigni Patrizia (Vicepresidente) – LITOCARTOTECNICA PIGNI SRL, Gruppo “Cartarie, Editoriali e Poligrafiche”
  • Bianchi Massimo – IMBALLAGGI ALTO MILANESE SRL, Gruppo “Legno”
  • Buffarello Andrea – GHP Srl, Gruppo “Servizi Infrastrutturali e Trasporti”;
  • Garavaglia Massimo – Garavaglia Spa, Gruppo “Siderurgiche, Metallurgiche e Fonderie”;
  • Marcosano Eustacchio – EUROFILT GROUP SRL, Gruppo “Chimiche, Farmaceutiche e Conciarie”
  • Marvelli Gianluca – KOH-I-NOOR CARLO SCAVINI & C. SRL, Gruppo “Varie”
  • Molea Sonia – VALCERESIO COSTRUZIONI EDILI SRL, Gruppo “Materiali da Costruzione, Estrattive e Cave”
  • Ribolzi Angela – Norden Sas, Gruppo “Alimentari e Bevande”;
  • Spazzini Oscar – L.M.P. FLUORCARBON SRL, Gruppo “Gomma e Materie Plastiche”

Vanoni Carlo – Magica Srl, Gruppo “Terziario Avanzato”.

Copyright @2020