LA POLIZIA LOCALE HA VERIFICATO OLTRE 150 SPOSTAMENTI
Dalla partitella all’ubriaco in centro: 22 denunce

In queste ore gli agenti stanno intensificando il controllo sulle attività di vendita e verificando le numerose segnalazioni di aggregazioni ingiustificate

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Oltre 150 persone controllate e 22 denunce. È un primo bilancio del lavoro della Polizia locale di Busto Arsizio, impegnata a fare rispettare le disposizioni contenute nei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri per il contenimento del virus Covid-19.
Nei soli ultimi giorni sono state appunto oltre 150 le persone controllate dalle pattuglie, al fine di verificare la regolarità degli spostamenti: le autocertificazioni fornite dagli interessati saranno quindi verificate e, qualora emergessero dichiarazioni non veritiere, i trasgressori saranno denunciati non solo per violazione ai decreti adottati in materia di sanità, ma anche per aver reso false dichiarazioni.

A oggi già 22 persone sono state segnalate alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio. Tra i vari casi, si segnala un intervento in zona Beata Giuliana per interrompere una partita di calcio tra un gruppo di giovani che erano entrati in un campo sportivo, dopo averne scavalcato la recinzione, e un controllo nel centro cittadino dove è stata riscontrata la presenza di un quarantacinquenne tunisino, residente in città, che non ha saputo giustificare la sua presenza ed era intento a bere alcolici in evidente stato di alterazione. A suo carico, oltre alla denuncia per l’inottemperanza al decreto, sono state contestate le violazioni amministrative per l’ubriachezza manifesta e per il divieto di bere alcolici in luogo pubblico.

Giovedì pomeriggio, inoltre, gli agenti sono intervenuti per i rilievi di un incidente stradale che ha provocato quattro feriti. La violenta collisione ha richiesto l’immediata chiusura del tratto stradale interessato e l’intervento dei Vigili del Fuoco, nonché di quattro ambulanze. Gli occupanti di una delle due auto non solo non sapevano motivare i loro spostamenti sul territorio cittadino, ma sono stati anche trovati in possesso di due coltelli a serramanico, subito sequestrati.

Gli Agenti dei nuclei del Presidio del Territorio e di Polizia Amministrativa e Commerciale, insieme al Pronto Intervento, in queste ore stanno intensificando il controllo sulle attività di vendita e somministrazione, al fine di verificare l’osservanza dei provvedimenti di chiusura e stanno verificando anche le molteplici segnalazioni di aggregazione ingiustificata di persone in luoghi pubblici o privati.

Copyright @2020