GRANDE INAUGURAZIONE A “VOLANDIA”
Il Dc 9 di Pertini, di papa Giovanni Paolo II e dei campioni di Spagna ’82 al museo del volo

Per l’occasione, è stata ricreata la famosa partita a scopone scientifico che vide protagonisti Sandro Pertini, Enzo Bearzot, Dino Zoff e Franco Causio

SOMMA LOMBARDO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A “Volandia” si … vola sempre più in alto, sulle ali della storia.
Inaugurazione in grande stile con ospiti d’eccezione al museo dell’aeronautica per il Dc 9 che negli anni ‘60 e ’70 trasportò il presidente della Repubblica Sandro Pertini e papa Giovanni Paolo II: il parco e museo del volo di Somma Lombardo, a due passi dall’aeroporto di Malpensa, ha aperto al pubblico l’aereo gemello di quello che nel 1982 riportò in Italia la Nazionale di calcio dopo la vittoria ai Mondiali di Spagna.

Per l’occasione, è anche stata ricreata la famosa partita a scopone scientifico – che all’epoca vide protagonisti Sandro Pertini, Enzo Bearzot, Dino Zoff e Franco Causio – dal presidente di “VolandiaMarco Reguzzoni con il presidente del Consiglio regionale lombardo Raffaele Cattaneo e i campioni del mondo dell’82 Claudio Gentile e Pietro Vierchowod.

È tornato per un giorno a bordo del “suo” aereo anche il generale Salvatore Bellia, pilota personale del presidente Sandro Pertini.
Il Dc 9, salvato dalla demolizione, è stato restaurato grazie all’aiuto di un gruppo di volontari, tra cui ex operai e tecnici dell’industria aeronautica in pensione e studenti dell’ASLAM (Associazione Scuole Lavoro Alto Milanese) e dell’Istituto Tecnico Superiore Lombardo Mobilità Sostenibile di Somma Lombardo.

“Sarà possibile salire a bordo e vedere da vicino il tavolino identico a quello su cui venne disputata la partita a carte ricordata da tutti gli italiani – spiegano da “Volandia” – Abbiamo deciso di proteggerlo con una copertura in plexiglass in modo da evitare che venga danneggiato dal continuo afflusso di persone, ma all’esterno è stata predisposta una riproduzione fedele in ogni dettaglio, dove ci si potrà sedere per un selfie ricordo”.
Prima di salire sul Dc 9, che è arrivato al parco lo scorso luglio, i visitatori ammireranno un “allestimento emozionale” – come l’ha definito il presidente di “VolandiaMarco Reguzzoni – che oltre al set della scena dello scopone propone foto dell’epoca e pannelli che ripercorrono la storia dell’aereo.

Inizia così la nuova vita del Dc 9, che aveva rischiato la demolizione perché Alitalia, da cui era stato acquistato nel 2007, lo teneva parcheggiato a Fiumicino e considerava eccessivi i costi di manutenzione.
Per “salvarlo”, Reguzzoni aveva anche rivolto un appello al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

Copyright @2017