BLITZ DEI CARABINIERI IN VIA AZZIMONTI
Decine di furti nel Nord Italia. Arrestato in un campo nomadi di Busto

Dovrà scontare sei anni e sei mesi. Il giovane, ultimamente, colpiva soprattutto le auto della mamme che portavano i bambini a scuola

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Alle prime ore della mattinata, i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Busto Arsizio hanno effettuato un blitz nel campo nomadi di via Azzimonti, dove risiede la famiglia Bianchi, arrestando un giovane.

Nei confronti del poco più che trentenne esponente della nota famiglia – da tempo stabilitasi a Busto e recentemente coinvolta in una rissa con esponenti di altre famiglie nomadi – è stato emesso un provvedimento di cattura dalla Procura di Novara. La pena complessiva ammonta a sei anni, sei mesi e 29 giorni. I reati contestati sono furto aggravato e indebito utilizzo di carte di pagamento (in sostanza utilizzava bancomat e carte di credito dopo averle rubate).

L’arrestato, a partire dal 2003, si è reso responsabile di una “escalation” di reati contro il patrimonio, decine e decine in tutto il Nord Italia – in particolare Emilia Romagna e Piemonte – ottenendo così una condanna piuttosto alta per questa tipologia di reato. Condanna a cui potrebbero seguirne altre, considerando che questi reati sono quelli commessi verso la metà degli anni 2000 e successivamente ne sono stati commessi molti altri.

In particolare – più recentemente – il giovane si era specializzato nei furti alle auto in sosta, soprattutto quelle dei genitori (mamme in particolare) che lasciano per pochi istanti l’auto fuori dalle strutture scolastiche per accompagnare i figli all’interno, a cui vengono rubati gli oggetti lasciati nell’abitacolo (dalle borse ai cellulari).

Dopo l’arresto, l’uomo è stato portato nel carcere di Busto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Copyright @2019