UN PROGETTO PER VALORIZZARE IL TERRITORIO
Decolla l’Ecomuseo della Valle Olona. I primi comuni firmano il patto di collaborazione

Svolta decisiva per l’Ecomuseo. Firmato il Patto di collaborazione, passo fondamentale per arrivare allo Statuto definitivo e per ottenere il riconoscimento ufficiale di Regione Lombardia

Silvia Bellezza

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Da Gorla Maggiore arriva la svolta decisiva per l’Ecomuseo della Valle Olona. Dopo un lungo lavoro di informazione, dialogo, organizzazione e messa a punto dei passaggio formali, i primi comuni hanno firmato il Patto di collaborazione, passo fondamentale per arrivare allo Statuto definitivo e per ottenere il riconoscimento ufficiale di Regione Lombardia, tappa obbligata per avviare progettualità e accedere ai bandi.

La volontà di proseguire in questo percorso è stata manifestata dal sindaco di Gorla Maggiore, Pietro Zappamiglio, capofila del progetto, che ha fatto il punto della situazione insieme ad alcuni rappresentanti dei comuni che hanno aderito: Elena Catelli ed Elisabetta Galli, neo prime cittadine di Fagnano e Marnate, Cristina Luoni, consigliere comunale di Cairate, Renato Grazioli, assessore alla Sicurezza di Gorla Maggiore, Gianluigi Guzzetti, consigliere comunale di Marnate, Stefano Catone, consigliere comunale di Solbiate e Maria Rosa Petruzzi, presidente della Pro Loco di Gorla Maggiore. Presenti anche Michele Palazzo, presidente dell’associazione Ecomuseo, il vicepresidente Giuseppe Goglio ed il coordinatore del progetto Stefano Mattei.

“Anni fa abbiamo iniziato il percorso di valorizzazione dei beni ambientali ed artistici lungo l’asse dell’Olona, sono particolarmente soddisfatto di poter annunciare il raggiungimento questo obiettivo – afferma Pietro Zappamiglio – Lozza, Vedano e Castiglione Olona sono stati i primi ad aderire al patto di collaborazione che delinea l’indirizzo per arrivare ad uno statuto che sia il più condiviso possibile. Non è stato un lavoro facile, ma abbiamo preferito aspettare qualche tempo più del previsto per dare la possibilità a tutti gli interessati di riflettere sull’opportunità, presentare proposte e decidere dati alla mano. È un progetto di tutti, che va al di là delle appartenenze politiche – precisa Zappamiglio – stiamo cercando di valorizzare i percorsi storici, i beni culturali e paesaggistici e anche di rimpossessarci dei nostri boschi, per dare al territorio la dignità che merita”.

In programma ci sono diversi step: “Fondamentale è la collaborazione tra le amministrazioni comunali e l’altro pilastro è costituito dalle associazioni – spiega Mattei – svolgeremo un censimento delle associazioni del territorio, dei beni culturali e paesaggistici che confluiranno nell’Ecomuseo. Il nostro lavoro però, è solamente agli inizi. Ora infatti inizia la vera sfida di dare gambe e credibilità al progetto”.

Conclusa la lunga fase preparatoria, l’obiettivo di recupero, valorizzazione e promozione di un intero territorio mettendo insieme le forze di istituzioni, associazioni e singoli è più vicino. Storia, arte, natura e tradizioni presenti in una combinazione unica in Valle Olona potranno finalmente diventare una risorsa, sia come nuove opportunità sia come garanzia di difesa delle risorse locali.

“Abbiamo già esempi virtuosi di collaborazione e di aggregazione tra i Comuni – sottolinea Goglio – ad esempio la pista ciclopedonale ed il Girinvalle”.

Dopo i primi firmatari, Castiglione Olona, Lozza e Vedano Olona, le nuove Amministrazioni di Fagnano Olona, Marnate e Solbiate Olona hanno prontamente assicurato subito il proprio appoggio. Pronta a dare l’appoggio anche Cairate. Altri hanno garantito l’adesione nei prossimi giorni: “Faremo un nuovo incontro per consentire anche ai comuni che si aggiungeranno di ufficializzare il patto”, annuncia Zappamiglio.

Tra le associazioni l’adesione è in crescita: a chi ha creduto sin da subito nell’Ecomuseo (Amici della Ferrovia Valmorea, Contrada dei Calimali, Pro Loco di Solbiate Olona, Pro Loco di Gorla Maggiore, Pro Loco di Fagnano Olona), si affiancheranno presto altre che hanno già manifestato il proprio interesse.

Copyright @2019