La banda identificata dai carabinieri
Denunciati per rapina tre giovanissimi di una “baby gang”

I Carabinieri di Lonate Pozzolo hanno identificato e denunciato una baby gang composta da un minorenne e da due complici di poco più grandi. Ai tre sono contestati i reati di rapina ed indebito utilizzo di carte di pagamento

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

I Carabinieri di Lonate Pozzolo, a conclusione di una breve indagine avviata a seguito di una rapina consumata nella tarda serata dello scorso 22 febbraio ai danni di una donna, nei pressi della stazione ferroviaria di Ferno-Lonate Pozzolo, hanno identificato e denunciato gli autori del delitto. A loro sono stati contestati i reati di rapina ed indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento.

La banda, composta da un 17enne pregiudicato di Ferno, un 18enne di Lonate Pozzolo già sottoposto alla misura alternativa della libertà controllata e da un 19enne pregiudicato di Cardano al Campo, nella tarda serata del 22 febbraio, poco prima delle 23.00, ha notato una donna cinquantenne, sola, uscire dallo scalo ferroviario al termine della giornata di lavoro.

Dopo averla pedinata per alcune decine di metri nel tragitto che la donna doveva compiere verso la propria abitazione, i tre giovani l’hanno aggredita, percuotendola e facendola cadere rovinosamente a terra. Poi le hanno rubato la borsa che conteneva denaro contante e gli effetti personali.

Nella circostanza la vittima riportava “escoriazioni varie” con una prognosi medica di 7 giorni.

Le immediate indagini avviate dai Carabinieri della locale stazione hanno permesso di individuare sin dai primi momenti uno degli appartenenti alla “banda” – inquadrato da una telecamera di videosorveglianza – e, dopo pochi giorni, i due restanti “rapinatori”, immortalati dalle telecamere di videosorveglianza di due diverse banche, dove nelle ore successive avevano effettuato alcuni prelievi con il bancomat appena rapinato, intascando 500 euro.

La posizione e le responsabilità dei giovani è stata ora rimessa alla valutazione delle Autorità Giudiziarie, minorile per il 17enne e di Busto Arsizio per i due complici.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA