Nuovi controlli nel bosco dello spaccio tra Busto e Castellanza
Denunciato un evaso e fermati due giovani assuntori

I Carabinieri della Compagnia di Busto hanno effettuato un servizio di controllo nell’area boschiva tra Busto e Castellanza. Area nota e caratterizzata dallo spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti. Fermati due giovanissimi assuntori, controllati trenta soggetti provenienti anche da fuori provincia

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

I Carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio hanno effettuato, nelle scorse ore, l’ennesimo servizio di controllo all’interno dell’area boschiva che si estende tra i Comuni di Busto e Castellanza. Area nota e caratterizzata, seppur con minore intensità in ragione della costante attività di contrasto, dal fenomeno dello spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti.

Nel corso del servizio è stato denunciato un cittadino albanese, trentacinquenne, che durante la sua identificazione è risultato sottoposto agli arresti domiciliari per reati connessi allo spaccio di stupefacenti; l’uomo, rintracciato all’ingresso dell’area boschiva, è stato colto in violazione del provvedimento cautelare cui risulta sottoposto.

Nello stesso servizio sono stati inoltre fermati due giovanissimi “frequentatori” della zona: un diciassettenne trovato in possesso di due involucri di droga, uno di marijuana e l’altro di hashish, e un ventiduenne con 6 grammi di hashish.

Complessivamente è stata identificata una trentina di soggetti che gravitava nella zona del “bosco dello spaccio” e controllate undici autovetture, molte delle quali provenienti da fuori provincia. La successiva attività di bonifica svolta all’interno dell’area ha permesso ai militari dell’Arma di individuare gli esatti luoghi dello spaccio, alcune piccole alture dalle quali è possibile scorgere l’ingresso nell’area e da dove risulta facile fuggire e scomparire tra la fitta vegetazione.

Copyright @2019