Presentato “FATTI MALE” di Luciano Landoni e Gianluigi Marcora (LaMa)
Il “derby letterario” rossonerazzurro per sconfiggere indifferenza e bullismo / Le foto

Si è parlato di bullismo e di sport, di scuola e di valori, di famiglia e di tradizioni, di giovani e di futuro: la presentazione di Fatti male! – il nuovo libro pubblicato da GMC Editore, scritto “a quattro mani, due teste e due cuori” da Gianluigi Marcora e Luciano Landoni è stata un riuscitissimo mix di tutte queste componenti

GIOGARA

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Si è parlato di bullismo e di sport, di scuola e di valori, di famiglia e di tradizioni, di giovani e di futuro: la presentazione di Fatti male! – il nuovo libro pubblicato da GMC Editore, scritto “a quattro mani, due teste e due cuori” da Gianluigi Marcora, direttore de l’[email protected], e Luciano Landoni, responsabile della collana editoriale “Romanzi Industriali” della GMC Editore –  è stata un riuscitissimo mix di tutte queste componenti.

L’evento è stato ospitato alla Sala Tramogge dei Molini Marzoli e ha visto la presenza del sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli, accompagnato dagli assessori Manuela Maffioli e Miriam Arabini e dai consiglieri comunali Donatella Fraschini e Orazio Tallarida, e del sindaco di Castellanza Mirella Cerini.

Marcora ha esordito con un ricordo del Grande Torino, dato che il 4 maggio si verificò la tragedia di Superga. Proprio il calcio è stato un elemento cardine della serata, dato che erano presenti l’Inter Club e il Milan Club di Busto Arsizio, rappresentati dai rispettivi presidenti Betty Borroni e Antonello Castiglioni, e ospite d’eccezione è stato Daniele Massaro, che ha militato nel Milan e nella Nazionale. Senza dimenticare la presenza della presidente della Pro Patria, Patrizia Testa.

D’altra parte la veste grafica di Fatti male! – curata dal direttore editoriale di GMC Massimo Castiglioni – richiama sin dalla doppia copertina le opposte fedi calcistiche dei due autori: se si guarda il libro da un lato si hanno di fronte i colori nerazzurri cari all’interista Landoni, se lo si ribalta predomina il rossonero amato dal milanista Marcora.

«L’obiettivo è dimostrare ai lettori, in particolar modo ai più giovani, come anche partendo da punti di vista diametralmente opposti si possa arrivare a un confronto costruttivo, per quanto acceso – ha sottolineato il direttore de l’[email protected] – L’idea è nata poco prima di Natale: io e Luciano abbiamo pensato di impegnarci in un progetto comune e confrontandoci con i presidi delle scuole della zona abbiamo individuato un tema di grande interesse: quello della lotta al bullismo. Il volume non parla solo di questo, ma ha l’ambizione di dare un significativo contributo sul tema. E grazie alla generosità di tanti imprenditori che hanno creduto in noi è stato donato agli studenti degli Istituti superiori di Busto Arsizio, Gallarate e Legnano. Ad oggi le copie distribuite sono 5.100!».

Non a caso la prefazione del libro è stata affidata ad Adriana Battaglia, delegata dalla Commissione europea a seguire la complessa e delicata questione del bullismo scolastico: «Mi occupo di queste questioni da 12 anni e posso dire che i dati attuali in materia sono decisamente allarmanti. Nell’Unione Europea ogni otto ore un ragazzo o una ragazza vittima di atti di atti di bullismo si suicida – ha spiegato – Fatti male! merita di essere letto perché gli autori hanno affrontato con grande delicatezza argomenti molto complessi, senza mai fare prediche. Marcora è un poeta, caratterizzato da un modo di esprimersi molto colorato, mentre Landoni è un perfezionista dell’eloquio e credo che se gli facessimo un esame del sangue scopriremmo che nelle vene gli scorre l’autoironia. Sono molto diversi, ma entrambi riescono a suscitare emozioni, ad arrivare al cuore delle persone e a stimolarle al confronto. Del resto cos’è il bullismo se non un derivato dell’ipernarcisismo, della mancanza di empatia e dell’incapacità di affrontare chi la pensa diversamente?».

Concetti su cui si è soffermato anche Luciano Landoni: «Nel libro abbiamo messo di tutto un po’, raccogliendo articoli che si occupano dei temi più svariati, proprio per suscitare interesse ed emozioni, aiutando i docenti nel loro compito di motivazione dei giovani. Credo che il bullismo nasca dall’indifferenza per il mondo circostante e dalla grigia noia, per sfuggire dalla quale purtroppo talvolta l’uomo finisce per assecondare le proprie pulsioni bestiali. L’antidoto a tutto questo possono essere le passioni, le emozioni, le analisi e io ho cercato di riversare le mie in queste pagine. Ho quattro grandi amori, ovvero la mia famiglia, l’Inter, James Bond e Tex Willer: uno degli articoli di Fatti male! che mi è più caro è dedicato a questi ultimi due, proprio perché ho voluto dare spazio al fanciullino che c’è in me».

C’è stato poi spazio per due “assaggi” del libro – Betty Borroni ha letto un ricordo di Giacinto Facchetti firmato da Landoni, mentre Antonello Castiglioni è stato il lettore dell’editoriale di Marcora dedicato a Gennaro Gattuso – e per la consegna della maglia del Milan (proprio la numero 8 indossata da Gattuso quand’era giocatore) a un emozionatissimo Marcora, che l’ha ricevuta dalle mani di Daniele Massaro e ha subito voluto indossarla.

«Devo ringraziare i due autori perché sono vulcanici e ogni volta che li incontro hanno un’idea nuova da proporre – ha concluso il sindaco Emanuele Antonelli – Questa volta in particolare, donando il loro nuovo libro alle scuole e portando qui una personalità del calibro di Adriana Battaglia, hanno reso un grande servizio alla nostra città».

Adriana Battaglia ha infine ricevuto dalle mani del sindaco Antonelli una medaglia premio e da quelle degli autori di Fatti male! una targa ricordo della serata, quest’ultimo riconoscimento è stato consegnato da Marcora e Landoni anche a Betty Borroni e Antonello Castiglioni.

Lucia Landoni

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA