Basket
Derby per l’Hydrotherm Busto, cavalieri in Sardegna

Terza giornata per l’Hydrotherm, che ritorna tra le mura amiche nel derby contro Cassano Magnago. I Knights Legnano volano in Sardegna, Cso Borsano in trasferta a Lonate Ceppino

Enrico Salomi

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Terza giornata per l’Hydrotherm Busto Arsizio (serie C Silver), che ritorna tra le mura amiche nel derby contro Cassano Magnago. Palla a due sabato 14 alle ore 21 al PalaDrago. “Cassano è squadra molto solida e dal discreto talento – spiega coach Gianni Nava – che ha perso i primi due match contro formazioni di prima fascia come Cantù e Buccinasco. Giocatori chiave sono Poggiolini (guardia cresciuta nel vivaio della Bustese, che nelle prime due apparizioni ha realizzato 18.5 punti di media), i tiratori Zacchello e Rocca e il pivot Bernasconi (anche lui un ex). A loro vanno aggiunti Bolzonella e il playmaker ex Marnate Vanoli, tornato nella sua alma mater come bandiera”. L’Hydrotherm si annuncia al completo “e desiderosa di di rifarsi dal brutto secondo tempo di Cantù. Francesco Gergati continuerà ad allenarsi con noi per un’altra settimana in attesa di capire le possibili evoluzioni di un percorso lavorativo a Mantova con il fratello” chiosa l’allenatore.

 Serie A/2: i Knights Legnano volano in Sardegna

Dopo quasi 40 anni di assenza dalla serie A, ricompare una squadra di Cagliari, frutto di una operazione estiva sui diritti sportivi di Ferentino, rilevati dal gruppo che controlla la Dinamo Sassari e che ha voluto creare una propria “succursale” nell’isola (tanto che, per evitare accavallamenti di partite, la Accademy Dinamo gioca le partite interne al sabato sera).

Sotto le direttive di coach Riccardo Paolini, i cagliaritani schierano in regia Roberto Rullo, playmaker dotato di fisico, pericolosità offensiva e leadership: cresciuto tra Lanciano e Virtus Siena, viene lanciato in serie A a Treviso, prima del suo lungo girovagare tra Imola, ancora Benetton, Casalpusterlengo, Teramo, Upea Capo D’Orlando, Pistoia, Pallacanestro Cantù, Pallacanestro Mantovana, Viola Reggio Calabria e Latina.

Attaccante principe è Marcus “Killer” Keene, che nell’ultima stagione è stato con Central Michigan il miglior realizzatore dell’intera Division I dell’NCAA (30 punti, 4.5 rimbalzi e 4.9 assist di media a partita, con una punta di 50 punti e 10 triple in una gara): nato in una base militare americana in Germania, il playmaker è cresciuto in Texas, a San Antonio, al college di Youngstown State, prima di trasferirsi a Central Michigan.

Il terzo giocatore in doppia cifra (12.5 punti e 3.5 rimbalzi nei primi due match) è Lorenzo Bucarelli, ala del 1998 cresciuto alla Mens Sana Siena, prima di iniziare a calcare i parquet dei campionati senior con il Basket Veroli e la Stella Azzurra Roma.
Anche il pivot Deshwan Stephens si mantiene oltre i 10 punti a gara: 28enne nativo di Los Angeles, si è messo in evidenza all’Università di San Diego State e poi ha disputato 5 stagioni da professionista (Giappone, Turchia, Francia e quindi un ritorno a Los Angeles, in D- League).

L’esterno goriziano Mirco Turel è figlio d’arte e guardia di talento (tra i migliori della A-2), che ha già avuto modo di farsi luce nelle rappresentative giovanili dell’Italia nella sua permanenza a Monfalcone, prima di affermarsi a Treviglio.

Altro figlio d’arte (il padre John era uno dei migliori americani della serie A) è Michele Ebeling, classe 1999, nato a Comacchio, ma cresciuto nel settore giovanile della Virtus Bologna: Ebeling ha esordito in Serie A2 nella stagione 2015/2016 con la Bondi Ferrara per poi passare nell’estate del 2016 alla Dinamo Sassari e vestire a più riprese la maglia azzurra.

Nato, cresciuto e affermato alla Pallacanestro Varese è Marco Allegretti, ala del 1981, che poi ha fatto tappa a Borgomanero, Ferrara, Reyer Venezia, Napoli, Ferentino e Chieti.

A chiudere il roster di Cagliari ci sono Simone Bonfiglio, Andrea Rovatti e Ferdinando Matrone: Bonfiglio è un play cresciuto nel settore giovanile della Virtus Bologna con varie esperienze in giro per l’Italia tra A-2 e B (ultima stagione al Basket Golfo Piombino, con cui ha fatto registrare 17.4 punti, 3.2 rimbalzi e 4.2 assist di media a partita); Rovatti è invece una giovane ala del 1996, cresciuto nel settore giovanile della Grissin Bon Reggio Emilia, con cui ha esordito in serie A prima di trasferirsi alla Fortitudo Bologna e a Verona (oltre che maturare apparizioni ai raduni delle Nazionali di categoria); Matrone è un pivot di 22 anni, cresciuto nel vivaio del Basket Scafati, con esperienze a Giulianova e a Napoli.

Sabato il roster dei Knights dovrebbe essere finalmente al completo ed esordirà Tomasini, che darà una mano ai compagni per mantenere l’imbattibilità in campionato.

Cso Borsano, trasferta a Lonate Ceppino

Dopo la sconfitta casalinga contro l’ottima Albizzate, il Cso Borsano (Promozione) va in trasferta a Lonate Ceppino. Palla a due giovedì 12 alle ore 21.15. Nella prima giornata la GBA ha espugnato il campo del Basket School Tradate (73-62 il punteggio) nel derbyssimo della Valle Olona.

Copyright @2017

NELLA STESSA CATEGORIA