BASKET – serie C Gold
Difficile derby per la capolista Hydrotherm, Knights per il riscatto

Hydrotherm impegnata nella trasferta di Gazzada, Knights alla prova di Calolziocorte

Enrico Salomi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nella settima giornata del campionato di serie C Gold, la Hydrotherm si reca sul campo di Gazzada in un difficile vertice contro una avversaria d’alta classifica (palla a due sabato 9 alle ore 21), mentre i Knights viaggiano a Calolziocorte per cercare il riscatto (appuntamento domenica 10 alle ore 18).

Hydrotherm impegnata nella difficile trasferta di Gazzada
Insidiosa trasferta per la Hydrotherm sul campo di Gazzada (palla a due sabato 9 alle ore 21), in un derby al calor bianco tra due formazioni varesine che puntano al vertice. “Gazzada – presenta il match coach Gianni Nava – nonostante le sconfitte subite nelle ultime due partite, è senza dubbio una delle squadre più ambiziose e quotate del nostro girone. Il quintetto-base è composto dagli ex Valceresio Bellotti (16 punti e 4 assist di media in 35’ di utilizzo) e Lepri, dal tiratore Colnago (17 punti di media, con il 33% da 3) e dai lunghi Verri e Spera (per l’ex serie B di Olginate 13 punti e 10 rimbalzi ad allacciata di scarpe). Dalla panchina entra il nuovo acquisto, che ha già esordito settimana scorsa a Busnago, la forte ala croata Coljanin con un passato in NCAA, mentre il cambio del playmaker (anch’egli croato) è l’ex Trieste Milic ed il cambio dei lunghi è Pastori”. L’infermeria bustocca, purtroppo, è sempre alquanto affollata, in particolar modo nel reparto pivot. “Per quel che ci riguarda – conclude l’allenatore bustocco – abbiamo ancora indisponibili Fedrigo (a causa del perdurante problema al polpaccio) e Ferrario (guaio alla caviglia). Invece capitan Azzimonti continua a lamentare una forte infiammazione alla spalla: gli esami non hanno riscontrato niente di grave, comunque starà fermo tutta settimana per recuperare e poi sabato valuteremo direttamente sul campo se potrà giocare qualche minuto”.

Knights alla prova di Calolziocorte
Seconda trasferta consecutiva per i Knights, che domenica alle 18 saranno impegnati sul campo di Olginate contro il Carpe Diem Calolziocorte. Al momento la squadra di coach Angelo Mazzoleni occupa l’ultimo posto in classifica, ma Legnano non può sottovalutare l’avversario, viste le due rovinose sconfitte da cui è reduce. La squadra lecchese è molto omogenea, con 10 giocatori impiegati ad oltre 15’ a gara e con medie vicine ai 10 punti segnati ciascuno. Il quintetto-base è composto da Federico ZambelliLeonardo MeroniDaniele Floreano, Martino Rusconi Davide Perego. Zambelli è il playmaker, classe 1990, veterano della serie C Silver e Gold tra Olginate, Morbegno e, dall’anno scorso, a Calolziocorte, che si contraddistingue per il tiro da 3 punti e un buon uno-contro-uno a sinistra. Meroni è invece la guardia titolare (miglior realizzatore della squadra con 10.5 punti di media), che sfrutta in pieno il suo arresto-e-tiro per segnare dal campo: dopo gli ultimi anni di giovanili, dal 2010 al 2013 ha giocato con il Basket Lecco ottenendo la promozione in B e poi ha vestito le maglie di Olginate e quindi Calolziocorte. Daniele Floreano è l’ala titolare, da sempre con la Carpe Diem: è il secondo realizzatore e, insieme a Zambelli, l’atleta più utilizzato, distinguendosi per agonismo e per pericolosità nell’area colorata. Anche Rusconi è devoto alla causa del Carpe Diem, con la quale ha raggiunta la sesta stagione, a parte la parentesi di un anno a Olginate. Perego ha invece maturato varie esperienze tra Lecco, Blu Orobica, ancora Lecco, Nerviano, Lesmo, di nuovo BluOrobica e quindi Calolziocorte. Dalla panchina si alzano il playmaker del 1996 Marcello Butti (5 punti di media in 15’ a partita, con un tiro discreto e un buon uno-contro-uno di mano destra), Matteo Ferrario (per lui 20’ di utilizzo a gara), il 20enne Alessandro AlleviMatteo Bonacina (miglior rimbalzista della squadra con 7 carambole ad allacciata di scarpe, reduce da una lunga militanza a Busnago dal 2011 al 2017 prima dell’arrivo a Calolziocorte) e Nicholas Porro (classe 1986, dotato di una buona attitudine di tiro dalla media distanza). Sono tutti disponibili i giocatori in maglia Knights agli ordini di coach Silvio Saini, compreso l’oramai recuperato Guidi ed il nuovo acquisto Davide Speronello, che sta inserendosi sempre più nei meccanismi di squadra. L’obiettivo è quello di riscattare le due pessime sconfitte contro Saronno e Cantù per dare chiari segnali al campionato e quindi incominciare a risalire la classifica…

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA