La macchina dei soccorsi attivata dai carabinieri di Busto
Dispersi in mezzo alla neve. Migranti salvati dal gelo al confine francese

Rintracciati e salvati dal gelo oltre il confine francese. Uno di loro, nei giorni scorsi, si è allontanato volontariamente dal centro di accoglienza di Somma Lombardo, salvo poi finire in mezzo a una tormenta di neve

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Rintracciati e salvati dal gelo che gli impediva di proseguire il cammino in mezzo alla neve oltre il confine francese. Tre migranti, arrivati dalla Costa D’Avorio, sono stati messi in salvo sulle Alpi italo-francesi dai carabinieri e dagli uomini del soccorso alpino dopo essere rimasti intrappolati in mezzo a una tormenta di neve.

Negli scorsi giorni, uno di loro si era allontanato volontariamente dal centro di accoglienza di Somma Lombardo. A interpellare i carabinieri e a denunciare il fatto ai militari della stazione di Busto Arsizio è stata un’operatrice della struttura, contattata telefonicamente dallo stesso ivoriano. Il 23enne, trovandosi in grosse difficoltà insieme ad altri due connazionali, ha chiamato l’operatrice del centro di Somma Lombardo, dicendo di trovarsi in una situazione di pericolo sulle “alpi piemontesi”.

Da qui è partita la macchina dei soccorsi. I carabinieri di Busto hanno contattato i colleghi di Bardonecchia. Poi, la segnalazione è arrivata agli uomini del Soccorso Alpino. Grazie anche alla localizzazione della “cella” da cui era partita la chiamata telefonica, militari e volontari hanno ben presto rintracciato i tre migranti in pericolo. Gli ivoriani si trovavano già in territorio francese e sono state le autorità transalpine a prendersi cura di loro e a portarli, a scopo puramente precauzionale, in una struttura sanitaria.

Copyright @2018