Divieto inascoltato

L'amico Alfredo Solbiati (ùl Pinèta) ci manda la foto che pubblichiamo con un breve commento che rendiamo noto per la sua ironia e per la sua "brillantezza"...

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’amico Alfredo Solbiati (ùl Pinèta) ci manda la foto che pubblichiamo con un breve commento che rendiamo noto per la sua ironia e per la sua “brillantezza”. Scrive, Solbiati: “Come ha detto l’avv.Bellazzi, venerdì scorso siamo andati al Teatro Sociale per assistere ad una rappresentazione teatrale dei nostri Politici locali.

Otto giorni fa, l’Agesp ha piazzato i cartelli di Divieto di sosta in Piazza Vittorio Emanuele II, ma nulla è cambiato. Forse il Comando di Polizia Locale non è ancora al corrente di questa modifica e tutti parcheggiano tranquillamente?”.
Il problema c’è e di vetture parcheggiate in quel posto, non ce ne devono essere. E la Polizia Locale può appioppare le doverose multe.

Sulla “rappresentazione teatrale” è facile riderci sopra. Non difendiamo nessuno, altrimenti dovremmo credere a ciò che ci ha scritto Paolo Efrem di Busto Grande in fb secondo cui “sei mai contento” rivolto a me. Eppure, se c’è da muovere una critica a chi governa, noi lo facciamo. Sappiamo però elogiare qualche iniziativa che l’attuale Giunta mette a segno. Dire “rappresentazione teatrale” rivolto alla Giunta, ci sembra disdicevole e non proprio centrato. Suvvia, è bello pubblicare le critiche, ma è egualmente onesto dire quel che di buono ha fatto o farà la Giunta.

Sui cartelli collocati da Agesp c’è solo da dire bravi. Se poi la Polizia Locale non è tuttora intervenuta, meglio andare a scovarne i motivi: troppo lavoro? mancanza di personale? ritardata informazione?  programmazione messa in itinere? Vogliamo solo dire che “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare“. Importante è ….non annegare e nemmeno sentirci “migranti” altrimenti si finisce male. Aspettiamo l’evolversi veloce della situazione.

Copyright @2019

DALLE RUBRICHE