Duecento amatori alla “Pedala con Zazà”
Domenica a tutto ciclismo per le strade di Gorla Maggiore

Duecento cicloamatori, in una domenica mattina perfettamente autunnale, hanno partecipato alla tradizionale “Pedala con Zazà”, organizzata dall’ex ciclista professionista Stefano Zanini. Al mini-corse per Giovanissimi perfetto coronamento di una domenica a tutto ciclismo con la consueta collaborazione della S.C. Canavesi

Ottavio Tognola

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Duecento cicloamatori, in una domenica mattina perfettamente autunnale, hanno partecipato alla tradizionale “Pedala con Zazà”, organizzata dall’ex ciclista professionista Stefano Zanini, ormai gorlese d’adozione. Al pomeriggio, invece, 280 Giovanissimi hanno gareggiato per le strade di Gorla Maggiore contendendosi il Trofeo “Davide 4Young”, perfetto coronamento di una domenica a tutto ciclismo con la consueta collaborazione della S.C. Canavesi del presidente Enrico Castiglioni.

Zanini, la sera prima della pedalata, si è pure raccontato a “tutto tondo” nella bella e conviviale atmosfera del Circolo Arci di via Roma. Tra buon cibo e tanti amici, Zanini ha detto dei suoi esordi da Juniores nella “Biancorossi” e del passaggio al professionismo grazie a Bruno Reverberi con la Navigare; carriera poi proseguita in team di grande prestigio con Gewiss, Mapei Saeco, QuickStep, Liquigas e Lotto. Diciassette anni onorati con il massimo impegno, coronati da vittorie di alto spessore come le due tappe finali di Giro d’Italia (Milano) e Tour (Parigi), l’Amstel Gold Race, la Parigi-Bruxelles, tappe della Tirreno-Adriatico, classiche italiane (Milano-Torino, Coppa Bernocchi, Milano-Vignola) Gran Premio di Filadelfia (USA).

Appesa la bici al chiodo, l’esperienza sull’ammiraglia dove sta ottenendo, in seno all’Astana, ottimi risultati con i corridori da lui diretti in un ciclismo profondamente cambiato anche nei rapporti con sponsor e media.

Zanini è stato festeggiato per i suoi 50 anni compiuti nel 2019, ribadendo come il ciclismo l’abbia tenuto giovane e propositivo, tanto da impegnarlo con passione innata in manifestazioni benefiche come la tradizionale pedalata di 47 chilometri che anche per l’edizione di quest’anno ha visto al via, domenica 22 settembre da piazza San Carlo a Gorla Maggiore, oltre 200 cicloamatori con la presenza del professionisti Cataldo e Paolini, dell’ex Frattini e di due ex compagni di squadra di “Zazà” ai tempi delle giovanili, Emanuele Brunazzi e Fausto Borchieri.

Scongiurata la temuta pioggia, Piazza San Carlo e il centro di Gorla si sono trasformati in un’isola di ciclismo con protagonisti nel pomeriggio i Giovanissimi. Sei mini-corse, affrontate con grande passione ed entusiasmo dai baby-ciclisti protagonisti di una bella domenica di ciclismo a Gorla Maggiore.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA