Operazione “Meus Amigos”
Droga dal Brasile al Torinese passando per Malpensa

La Guardia di Finanza ha sequestrato due chili di cocaina ed eseguito sei misure cautelari

MALPENSA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Guardia di Finanza di Malpensa ha eseguito due misure cautelari, una in carcere ed un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, per traffico internazionale di stupefacenti nell’ambito di una più ampia indagine che ha portato al sequestro di quasi 2 chili di cocaina provenienti dal Brasile.

L’operazione, denominata “Meus Amigos”, dallo stretto legame di amicizia tra i due principali indagati, tutti identificati ed assicurati all’Autorità Giudiziaria italiana, è iniziata a marzo del 2018 con l’arresto presso l’Aeroporto di Malpensa di un cittadino brasiliano – ovulatore – che aveva tentato di introdurre nel territorio nazionale quasi un chilo di cocaina.

Sempre nella primavera scorsa le Fiamme Gialle varesine, sotto la costante direzione della Procura della Repubblica di Busto Arsizio, hanno arrestato, allo scalo aeroportuale della brughiera, una brasiliana, con altri 68 ovuli per un peso complessivo di un chilo di cocaina. In quell’occasione sono stati arrestati anche due italiani, entrambi residenti nella provincia di Torino che, all’esterno della sala arrivi dell’aeroporto, avevano il compito di contattare gli ovulatori e recuperare la droga.

Dopo l’arresto dei corrieri, le indagini, supportate dall’analisi dei trasferimenti di denaro, osservazioni, pedinamenti ed attività tecnica, hanno permesso di risalire al cittadino italiano, anch’egli residente nel torinese, ideatore del traffico internazionale in rassegna e del suo stretto collaboratore, destinatario della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

A conclusione dell’attività d’indagine sono ora state eseguite nei confronti dei due soggetti le misure cautelari emesse dal GIP del Tribunale di Busto Arsizio, su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio e diverse perquisizioni personali e locali nella provincia di Torino.

Copyright @2019