VENERDÌ 22 E SABATO 23
Due iniziative per combattere la violenza sulle donne

Anche il Comune di Marnate ha organizzato diverse iniziative per commemorare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, destinate ad informare e sensibilizzare la cittadinanza su questo importante tema

Loretta Girola

marnate

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Anche il Comune di Marnate ha organizzato diverse iniziative per commemorare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, destinate ad informare e sensibilizzare la cittadinanza su questo importante tema. “Si rinnova l’impegno del Comune di Marnate in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne – spiegano dal Comune – venerdì 22 e sabato 23 novembre la popolazione è invitata a partecipare a due iniziative di sensibilizzazione e approfondimento.
Nel pomeriggio di venerdì si terrà la tradizionale fiaccolata realizzata in collaborazione con i Comuni di Gorla Minore e Gorla Maggiore: il ritrovo è fissato per le ore 18.15 presso piazza S. Ilario da cui si proseguirà verso piazza Papa Giovanni XXIII a Prospiano”.
Durante la fiaccolata, inoltre, sarà inaugurata, come in altri comuni della Valle, una panchina rossa destinata a fungere da memoria constante su questo attualissimo tema che successivamente sarà collocata nel parchetto di via Vercelli.

Sabato 23 a partire dalle 9.15, poi, presso la sala consiliare, l’Amministrazione comunale propone l’incontro intitolato “Giovani e adulti: cittadini attivi”, un momento di confronto e approfondimento che prenderà avvio attraverso la visione di “Strano per pochi”, un cortometraggio realizzato da un gruppo di giovani marnatesi nell’ambito del progetto Libera-mente Giovani 8.1.
A seguire l’avvocato penalista Carlo Veronelli illustrerà le principali novità e punti di attenzione contenuti nel “Codice Rosso”, che avranno funzione di stimolo per l’intervento della Cooperativa Lotta contro l’Emarginazione e per il proseguo della riflessione collettiva.

“Anche noi, come altri comuni, inaugureremo una panchina rossa – sottolinea il Sindaco Elisabetta Galli – e personalmente credo che sia bello che questo avvenga in moltissimi paesi; trovo che la presenza di queste panchine possa essere la rappresentazione di un’idea che si diffonde, un pensiero che passa da Comune a Comune e che si traduce concretamente in un simbolo riconoscibile da tutti.
Come sempre, poi, abbiamo voluto organizzare la fiaccolata di venerdì in collaborazione con le Amministrazioni di Gorla Maggiore e Gorla Minore, poiché riteniamo che sia importante lavorare insieme per sensibilizzare il maggior numero di persone possibile e far sì che l’attenzione sul tema della lotta alla violenza sulle donne rimanga alto.
Inoltre simboli tangibili come la panchina rossa, sulla quale incideremo la frase “che il rosso sia il colore dell’amore e non del sangue”, rimarranno presenti sul territorio tutto l’anno, facendo sì che non ci si ricordi delle vittime di violenza solo il 25 novembre, ma che si dedichi loro un pensiero ogni giorno”.

Copyright @2019