INIZIATIVA DELLA LILT
Due lettini reclinabili in dono alla Senologia di Busto

La sezione varesina-delegazione di Busto Arsizio ha donato al centro di Senologia dell'ospedale di Busto due lettini per la diagnostica e gli accertamenti bioptici dei tumori alla mammella

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – Lilt  (sezione Varesina – delegazione di Busto Arsizio) ha donato alla Senologia dell’ospedale di Busto, due lettini reclinabili per la diagnostica clinica e accertamenti bioptici della mammella.

Alla cerimonia di consegna,  avvenuta presso il Padiglione Pozzi, sono intervenuti il vicepresidente della sezione Lilt, Ivanoe Pellerin, insieme ai medici a servizio dell’associazione, Giovanni Trotti e Adelio Scorti.

“Prevenire è vivere ed è altrettanto importante andare incontro ai bisogni del paziente, aiutando i presidi ospedalieri che erogano le  prestazioni – ha sottolineato il dottor Pellerin – questa donazione è una dimostrazione concreta di quanto la Lilt sia vicina all’azienda ospedaliera e intenda proseguire in questa azione di rete a sostegno della Asst Valle Olona”.

I medici del centro di Senologia hanno evidenziato la necessità di avere due nuovi lettini per l’attività di prevenzione dei tumori femminili e la risposta della Lilt è stata concreta ed immediata.

“Questa donazione ci permetterà di migliorare il comfort delle nostre pazienti”, osserva Paola Giuliani, direttore sanitario. “È un segno  del collegamento continuo tra azienda ospedaliera ed associazioni di volontariato”, ha aggiunto Marino Dell’Acqua, direttore socio sanitario. “Ringraziamo la Lilt che ha saputo intercettare questa nostra esigenza donandoci due lettini che ci agevoleranno nella condizione di operare”, sottolinea Pietro Bernasconi, Primario di Senologia.

La Lilt è sempre presente nel reparto, con volontarie che accolgono le donne che effettuano gli screening e inoltre assiste, con vari incontri ed iniziative, le pazienti operate. “Si è creato un bel gruppo, abbiamo fatto rete – osserva  Loredana Agliuzzo, caposala di Senologia – siamo uno dei pochi centri in Italia dove vengono effettuati percorsi di umanizzazione per sostenere le donne soprattutto nella fase delicata successiva all’intervento”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA