IL PROGETTO POTRÀ ESTENDERSI ANCHE ALLA PISCINA MANARA
Efficientamento energetico: “Un’opportunità per il PalaYamamay e non solo”

Il piano vedrà il coinvolgimento delle aziende locali e del pubblico che riempie il Palayamamay, attraverso il crowdfunding. “Chi compra un’azione, oltre alla valenza sociale del progetto, ne ricaverà anche un piccolo interesse"

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il primo prototipo europeo di un progetto di equity crowdfunding per l’efficientamento energetico di un impianto sportivo vedrà protagonista il PalaYamamay di Busto Arsizio.

“È un progetto innovativo a livello europeo, di sostenibilità economica, finanziaria ed ambientale. È indispensabile che l’amministrazione lo promuova affinché un’opportunità così importante  non rimanga solo sulla carta”, ha affermato con soddisfazione l’assessore allo Sport Gigi Farioli, che già nel corso del suo mandato da Primo Cittadino, aveva portato avanti, nell’ambito del “Patto dei sindaci”,  il piano di efficientamento energetico. Un percorso condiviso con il sindaco Emanuele Antonelli che ne sottolinea le potenzialità: “Dove c’è efficientamento c’è risparmio”.

Il tema verrà affrontato in concreto questo pomeriggio nel convegno dal titolo “Quando lo sport accende l’energia green del territorio”, a Villa Tovaglieri, durante il quale verrà presentato il progetto pilota di equity crowdfunding per l’efficientamento energetico del PalaYamamay, curato da Infinityhub, la prima ESCo (Energy Service Company) italiana a capitale diffuso e aperto, già protagonista di iniziative simili in altre realtà italiane, e che a Busto ha costituito una società di scopo, E(Y)S BA, per promuovere questa operazione.

Giuseppe Pirola, patron della Uyba Volley, parla di un’opportunità da cogliere al volo: “Ci permetterà di organizzare più eventi e sfruttare al meglio la struttura che rimarrà di proprietà del Comune. Interverremo sul cambio delle caldaie e sulla sistemazione delle luci che da tradizionali diventeranno a led, con un miglioramento dell’impatto ambientale e  consentendo un risparmio per l’utenza”.

Il modello vedrà il coinvolgimento delle aziende locali e dei cittadini. Spiega Giovanni Cutini, di Infinityhub: “Ci rivolgiamo alle aziende e al pubblico che riempie il Palayamamay. Chi compra un’azione, oltre alla valenza sociale del progetto, ne ricaverà anche un piccolo interesse, oltre a gadget legati alla fruizione del palazzetto stesso. Questa iniziativa piace perché c’è un rendimento certo che noi vogliamo distribuire ad aziende e cittadini che vogliono partecipare a questo club di efficientamento energetico”.  Questo modello, anticipa l’assessore Farioli, potrà essere esportato anche alla Piscina Manara, essendo entrambe le strutture in concessione a privati. “L’obiettivo è quello di migliorare tutti gli impianti sportivi”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA