Domenica 26 maggio
Election day, le istruzioni per l’uso

Seggi aperti domenica 26 maggio dalle 7 di mattina alle 23 di sera, per eleggere 751 deputati europei (76 i rappresentanti italiani). La tornata elettorale del 26 maggio per cinque comuni della Valle Olona all’appuntamento con il voto europeo somma quello amministrativo. Alcune semplici istruzioni per non arrivare impreparati ai seggi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Seggi aperti domenica 26 maggio dalle 7 di mattina alle 23 di sera, per eleggere 751 deputati europei (76 i rappresentanti italiani, attraverso cinque circoscrizioni). La tornata elettorale del 26 maggio, per cinque comuni della Valle Olona (Fagnano, Gorla Minore, Marnate, Olgiate e Solbiate) all’appuntamento con il voto europeo somma quello amministrativo.

Europee

Il sistema elettorale è proporzionale, con una soglia di sbarramento al 4% (i partiti che non raggiungono il quorum non entrano nel Parlamento Europeo). La circoscrizione 1 (Italia nord occidentale) comprende Piemonte Valle D’Aosta, Liguria e Lombardia. Il colore della scheda elettorale è grigio.

L’elettore barra il simbolo della forza politica che intende votare e può esprimere fino a tre preferenze, inserendo nella scheda i nomi dei candidati. Attenzione: non si possono scegliere tre candidati dello stesso sesso. Nel caso, verrà ritenuta valida solo la prima preferenza, mentre le due successive verranno cancellate.

Bisogna presentarsi al seggio muniti di tessera elettorale e documento di identità valido. Ѐ possibile chiedere il duplicato della tessera elettorale agli uffici del proprio ente locale, anche nella domenica del voto. Sul sito del Ministero dell’Interno, nella sezione “Elezioni trasparenti – Elezioni Europee 2019 – Liste e candidati”, si possono consultare le liste dei candidati di tutte le circoscrizioni: per ogni candidato è presente un curriculum vitae.

Amministrative (comuni tra 5.000 e 15.000 abitanti)

Nei Comuni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti l’elezione del Consiglio comunale è contestuale all’elezione del sindaco. L’elettore può esprimere un voto per un candidato sindaco (valido anche per la lista ad esso collegata), tracciando un segno sul relativo contrassegno. Può altresì esprimere fino a due voti di preferenza per i candidati alla carica di consigliere comunale compresi nella lista collegata al candidato sindaco prescelto, scrivendone i cognomi nelle apposite righe. Se ne esprime due, questi devono essere espressi a favore di due candidati di genere diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza. È eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA