INSIEME A MAURIZIO MANTANI
Elis Ferracini premiato per lo spettacolo “Sandrone Soldato”

Nel frattempo, Ferracini, con il Comitato Antifascista, sta allestendo il percorso teatrale Stragedie

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La prestigiosa rivista di settore Il Cantastorie ha conferito il Premio Nazionale Ribalte di Fantasia 2018 a FéMAteatro, ovvero il bustocco Elis Ferracini e il bolognese Maurizio Mantani, per lo spettacolo di burattini sulla Grande Guerra Sandrone Soldato.

I due ritireranno il premio a Ferrara domenica 12 maggio, insieme a burattinai e artisti da tutta Italia.
Il Premio Nazionale, giunto alla sua XXXII edizione, è stato istituito da Otello Sarzi (Teatro Setaccio Burattini e Marionette) e da Giorgio Vezzani, direttore della rivista di  tradizioni popolari “Il Cantastorie”. La consegna dei premi ha avuto come sede iniziale il Festival Internazionale di Teatro Ragazzi di Padova, per poi passare alla Fiera MIllenaria di Gonzaga (Mantova) e, dal 2005, al Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese (MAF) di Ferrara.

Nel frattempo, Ferracini, con il Comitato Antifascista, sta allestendo Stragedie, un percorso teatrale volto alla costruzione di narrazioni aperto a quanti abbiano compiuto i 16 anni di età e gratuito, che avrà il proprio epilogo in occasione della “decima pastasciuttata antifascista” di luglio in programma il 20 luglio, quando sarà realizzata un’opera che “raffigurerà plasticamente i luoghi che nel nostro Paese sono stati segnati da stragi nazi-fasciste e da massacri fascisti che hanno stravolto il tempo di pace”.

“Sarà un percorso di costruzione di narrazione, e quindi di conoscenza ed elaborazione, per affiancare i luoghi e dar voce a chi la voce è stata tolata insieme alla vita. Non si tratta di ‘fare gli attori o
gli spettatori, ma all’appuntamento del 20 luglio in occasione della ‘decima edizione della pastasciuttata antifascista’ in Busto, essere ‘testimoni nel presente’, memoria che si fa coscienza condivisa nell’incontro tra chi darà parola e corpo e chi darà sguardo e ascolto”.
Per informazioni e per partecipare: 338 641 4115;

[email protected]

Copyright @2019