“Abbiamo ambizioni e non vogliamo porci limiti”
Entusiasmo al raduno della Uyba, 800 tifosi abbracciano le nuove farfalle / Le foto

Giorno di raduno, e come sempre di festa nel primo incontro dell’anno con i tifosi, per la Unet E-Work Busto Arsizio che ieri pomeriggio si è ritrovata al PalaYamamay per dare il fischio d’inizio alla nuova stagione sportiva. Bagno di folla con 800 tifosi, aperitivo e partitine improvvisate a beach

giogara

Igor Mutinari

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Giorno di raduno, e come sempre di festa nel primo incontro dell’anno con i tifosi, per la Unet E-Work Busto Arsizio che ieri pomeriggio si è ritrovata al PalaYamamay per dare il fischio d’inizio alla nuova stagione sportiva. Il menù è stato quello consolidato degli ultimi anni con fotografie di rito, allenamento e aperitivo all’Uyba Village. In più quest’anno, Gennari e compagne si sono concesse ai tifosi in un inedito fuori-programma, con tanto di partitine” sui campi da beach del PalaYamamay.

Tifosi che, come al solito, sono stati i grandi protagonisti di questo primo giorno di scuola tributando un enorme, caloroso e rumoroso abbraccio alle proprie beniamine. Sono stati in 800 a presenziare al raduno biancorosso, in cui coach Mencarelli ha iniziato a lavorare con la squadra con i tamburi e i cori degli Adf a fare da piacevole contorno durante l’allenamento.

Tutte presenti le biancorosse del presidente Giuseppe Pirola con le sole eccezioni di Britt Herbots e Kaja Grobelna, impegnate con la nazionale belga. Presente invece Alessia Orro che ha visto svanire proprio nelle ultime ore il sogno dei mondiali giapponesi con l’Italia di Mazzanti (il cittì ha preferito Malinov e Cambi alla palleggiatrice della Uyba).

“Non vedevo l’ora di essere qui – dice Alessia Orro – per questa presentazione con questi tifosi pazzeschi. Mi piace questo gruppo, ha tanto potenziale; adesso mi riposo qualche giorno prima di tornare: entrerò in campo con gli occhi della tigre”.

Fa eco alla palleggiatrice sarda, Alessia Gennari, che pare la più seria candidata al ruolo di capitana: “Per me è bellissimo ricominciare con tanta voglia di lavorare e con tanto entusiasmo. Sono contentissima per il ritorno di Flo (Meijners). Mi sento molta responsabilità, ma sono affiancata da giocatrici esperte. Mi aspettavo questo calore, perché i tifosi mi hanno abituato bene. Siamo una squadra più equilibrata e io sono fiduciosa. Io capitana? Sarebbe un grande onore”.

Chiude il cerchio il direttore Enzo Barbaro, che ha messo la propria firma sul roster biancorosso: “Per me è il quarto anno con lo stesso tecnico, il nostro progetto va avanti con un filo logico. Di questa squadra sono contento, il campionato ha un livello altissimo: nulla sarà facile ma nulla sarà scontato. Io voglio tenere l’asticella altissima, con l’ambizione di superare i nostri limiti. Siamo giovani ma non inesperti. Il raduno qui è sempre un’emozione, è una cosa forse unica al mondo”.

Insomma, il termometro inizia a salire nell’universo biancorosso in attesa delle prime amichevoli che daranno il là alla stagione (esordio in campionato il 28 ottobre a Bergamo). Prima del campionato il tradizionale torneo di Chiavenna (6 e 7 ottobre con Novara, Monza e Conegliano) e il quadrangolare a Novara (20 e 21 con Novara, Bergamo e Monza). In dubbio il “Bellomo” a Castellanza, mentre sono in fase di definizione altre amichevoli nel mese di settembre.

Copyright @2018