46enne con precedenti arrestato al termine della sfuriata
Esagitato mette fuori uso due volanti della Polizia

Ubriaco e fortemente agitato, dopo aver seminato il panico in un bar, si oppone ai poliziotti intervenuti e danneggia due volanti prima di essere arrestato

Polizia Gallarate

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ubriaco e fortemente agitato, dopo aver seminato il panico in un bar, si oppone ai poliziotti intervenuti e danneggia due volanti prima di essere arrestato. Questi i fatti resi noti.

Alle 17,30 di domenica la pattuglia del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio è intervenuta in un locale di via Quintino Sella dove un uomo, completamente alterato, ha minacciato i baristi che si rifiutavano di servirgli bevande alcoliche, gettato a terra i contenitori che si trovavano sul bancone e, come successivamente appurato, rubato alcuni accendini. Gli agenti hanno subito cercato di identificare l’esagitato che però ha rifiutato di esibire documenti come anche di dichiarare le proprie generalità ed ha iniziato ad insultare gli uomini in divisa minacciandoli di morte.

A quel punto i poliziotti hanno cercato di far salire l’uomo sull’auto di servizio per accompagnarlo in Commissariato, ma il soggetto ha voltato loro le spalle tentando di allontanarsi, costringendo gli agenti a fermarlo e a sospingerlo con decisione verso la “pantera”. La fermezza degli operatori ha fatto da detonatore alla furia dell’energumeno che, davanti ai numerosi avventori tra i quali alcuni bambini, non ha più avuto freni e si è rivoltato tanto contro gli agenti quanto verso la vettura di servizio: una volta sdraiato sul sedile posteriore, seppure ammanettato, ha sferrato violentissimi calci che hanno provocato lo sfondamento di un finestrino e la deformazione del montante della portiera, rendendo il mezzo inservibile. Così è stato necessario trasferire il soggetto su un’altra Volante ma l’uomo ha replicato le proprie azioni provocando lievi lesioni a un agente e identici danni anche alla seconda auto. Finalmente l’energumeno, un italiano quarantaseienne residente in città e con numerosi precedenti, è stato portato in ufficio, arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e denunciato per il danneggiamento delle due vetture di servizio, il rifiuto di farsi identificare, l’oltraggio a pubblico ufficiale e il furto degli accendini.

Copyright @2018