Calcio dilettanti
Fagnano al primo esame Promozione… per restarci

Rosa rinnovata e ringiovanita (giocoforza per le regole dei fuoriquota) quella messa a disposizione dal diesse Gianni Riccio a mister Ulisse Raza. Otto volti nuovi, dal Brebbia l’attaccante Abati poi Galbiati, Gjoka e Plebani

Ottavio Tognola

FAGNANO OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Mettersi il recente passato alle spalle e dimenticare la splendida cavalcata in Prima Categoria dell’anno scorso. Perché la Promozione ha bisogno di stimoli rinnovati e di tanta voglia di competere e migliorarsi. Sono gli imperativi in casa F.C. Fagnano alla vigilia della prima (storica) stagione in Promozione. In panchina ci sarà il riconfermatissimo mister Ulisse Raza che avrà in dote una rosa rinnovata e ringiovanita ma ugualmente ambiziosa. Allo “zoccolo duro” composto dai vari Bertagnoli, Cancian, Cicchetti, Terzi, Beltemacchi, Mastromarino e dai fratelli Manuzzato (Mattia e bomber Denis), sono stati aggiunti i giovani juniores Scali (difensore), Cappio e Caprioli (centrocampisti) e Brun (attaccante). Otto volti nuovi: Trubia (portiere ex Vanzaghellese), i difensori Clerici (ex Pro Patria), Putignano e Sponga, i centrocampisti Galbiati, Gjoka e Plebani (quest’ultimo prelevato dal Legnano) e l’attaccante ex Brebbia, Abati.

In fase di mercato e di allestimento della rosa, il diesse Gianni Riccio ha puntato molto sulla linea verde, abbassando notevolmente l’età media della squadra perché le regole dei fuoriquota variano (e non poco) tra la Prima Categoria e la Promozione.

Mantenere la categoria, senza porsi limiti, almeno inizialmente: è questo l’obiettivo del Fagnano di patron Albertino Macchi che vuole farsi conoscere e apprezzare come matricola terribile della Promozione. S’incomincia a preparare la stagione dal 18 agosto.

Copyright @2018