Calcio dilettanti, Promozione
Fagnano, esordio casalingo in Promozione con tanti rimpianti

“Ritengo che la squadra meritasse la vittoria ma ha sciupato, al di là del rigore sbagliato, tante occasioni per realizzare il gol partita. Del resto - prosegue mister Ulisse Raza - siamo una matricola del campionato di Promozione, per di più in un girone difficilissimo”

Ottavio Tognola

FAGNANO OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Ritengo che la squadra meritasse la vittoria ma ha sciupato, al di là del rigore sbagliato, tante occasioni per realizzare il gol partita. Del resto – prosegue mister Ulisse Raza – siamo una matricola del campionato di Promozione, per di più in un girone difficilissimo”. Il Fagnano ha ottenuto il primo punto stagionale all’esordio casalingo in Promozione contro l’Olimpia Ponte Tresa. Ma i punti potevano benissimo essere tre per i biancorossi di patron Albertino Macchi. “Ci manca ancora qualcosa in attacco, soprattutto quel cinismo in grado di portare a nostro favore questo tipo di partite”.

Prima casalinga, dunque, per il Fagnano neopromosso senza i tre punti e con qualche rammarico per le occasioni sciupate. Primo tempo con grandi recriminazioni per i padroni di casa: prima l’opportunità sprecata da capitan Dennis Manuzzato solo davanti al portiere, poi il rigore di Gjoka respinto dal portiere Rossi, migliore dei suoi. Nella ripresa, altre buone occasioni per i padroni di casa con le conclusioni di Abati e Mattia Manuzzato e il tentativo finale su punizione ancora di Gjoka che sfiora la parte alta della traversa. Lo 0-0 finale segna il primo punto in campionato per il Fagnano, ma in realtà sono due punti persi per la mancata vittoria. In settimana, sperando che l’infortunio occorso a Dennis Manuzzato non sia nulla di grave, i biancorossi potrebbero concretizzare l’acquisto dell’attaccante serbo Marjanovic, al quale manca solo il transfert per poter scendere in campo con la maglia del Fagnano.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA