ALLA PISTA DI ATLETICA DI SACCONAGO
Fantagiochi, scende in campo la carica dei settecento

Settecento bimbi all'ultimo anno della scuola materna hanno partecipato all'annuale appuntamento alla pista di atletica. Un nuovo successo per l'associazione Amici dell'Asilo Sant'Anna che da ventisei anni organizza l'evento

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

I Fantagiochi colpiscono ancora nel segno. La manifestazione, organizzata dagli Amici dell’Asilo Sant’Anna (presieduti da Danilo Grassi) ha coinvolto settecento bambini, all’ultimo anno della scuola materna, accompagnati dalle famiglie che hanno riempito numerose, nel pomeriggio di domenica, gli spalti del centro di atletica “Angelo Borri” di Sacconago.

Ben 26 le scuole materne della provincia che hanno aderito alla manifestazione giunta alla 26esima edizione. Ingredienti vincenti, le cinque gare della miniolimpiade che ha visto gli alunni, nei colori delle scuole, cimentarsi con i tricicli, il gioco dell’acqua, gli scivoli, il riciclo dei rifiuti e il gran finale con lo “svuota campo”. Un meccanismo ormai collaudato e di grande effetto scenografico, secondo uno schema che si incastra perfettamente in tutte le fasi dei giochi.

I Fantagiochi, patrocinati dal Comune di Busto, si avvalgono del supporto di vari sponsor privati che hanno offerto gadget ai bimbi e messo in palio i premi per i quattro vincitori del concorso disegni, incentrato sul tema “I miei giochi fantastici”: Sofia Silenzi (scuola materna Collodi), Alessandro Cassani (s.m  Porraneo), Emanuela Aka (s.m. San Giuseppe), Lorenzo D’Orto (s.m. Beata Giuliana). Ciascuno ha ricevuto uno zainetto Fila, un buono della scuola di sci Cime Bianche e un buono da euro 25 di Tigros.

L’iniziativa è nata nel  1993, con l’adesione di 9 scuole materne di Busto. Da allora si è allargata sempre di più, con la prospettiva di coinvolgere centinaia di bambini, anche con problemi di disabilità: “Non c’è alcuna finalità competitiva – sottolineano gli organizzatori – vince solo la solidarietà e la gioia di giocare; è una giornata che i bambini attendono sempre con ansia, un bel traguardo da raggiungere. Ringraziamo il gruppo di genitori che quest’anno hanno collaborato con la nostra associazione  per la buona riuscita dell’evento, in particolare, quattro medici che hanno prestato la propria disponibilità, oltre ai volontari della Croce Rossa”.

Copyright @2018