Il consiglio comunale di Gorla Maggiore approva il rendiconto
“Far quadrare i conti è condizione imprescindibile”

Il consiglio comunale di Gorla Maggiore ha approvato, con i soli voti favorevoli della maggioranza, il Rendiconto di gestione per l’anno 2017. La Minoranza contraria replica seccamente: “Metodo che fa rabbrividire”

Alessio Murace

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il consiglio comunale di Gorla Maggiore, nella serata di giovedì 17 maggio, ha approvato, con i soli voti favorevoli della maggioranza, il Rendiconto di gestione per l’anno 2017. Di seguito le dichiarazioni di voto in Consiglio comunale dei gruppi di maggioranza (FareComune) e opposizione (Insieme Per Gorla).

“FAR QUADRARE I CONTI È CONDIZIONE IMPRESCINDIBILE. OTTENUTI RISULTATI IMPORTANTI PER IL PAESE”

“Signor Sindaco, signori Assessori, gentili Colleghi , l’Amministrazione ha lavorato anche nel 2017 in un contesto legislativo a dir poco incerto e in continuo cambiamento cosa che ha reso non semplice l’attività della parte politica e della parte tecnica. Nonostante le difficoltà l’azione politico-amministrativa è stata caratterizzata dalla salvaguardia e dal mantenimento dei servizi ai cittadini, dal potenziamento e miglioramento dell’offerta di quelli socio-assistenziali ed educativi, dall’attività di razionalizzazione e controllo della spesa, nonché dal recupero dell’evasione.

Sono scelte politiche che rivendichiamo e che abbiamo già rivendicato in sede di discussione e di approvazione del passato bilancio preventivo. Sono scelte che hanno prodotto delle cifre che testimoniano come, nell’ambito di una cornice politica, il lavoro di quest’Amministrazione sia stato un lavoro importante e positivo non solo per la necessità di fare quadrare i conti.  Vorremmo ricordare che far quadrare i conti è una condizione imprescindibile che invitiamo tutti a non sottovalutare; sarebbe facile rompere i vincoli di stabilità delle norme statali o allargare le maglie senza riflettere sulle conseguenze. La nostra amministrazione ha fatto già in passato scelte non scontate per quanto riguarda la fiscalità locale, confermate anche con questo Rendiconto, che rappresentano la prova evidente che la nostra azione non intende risolvere i problemi derivanti da risorse sempre più scarse agendo sulla leva fiscale che grava sui cittadini.

Siamo inoltre orgogliosi di essere maggioranza che amministra un Comune capace di diminuire notevolmente il trend per quanto riguarda la tempestività dei pagamenti!  Questo aspetto ha una ricaduta importante sull’economia locale permettendo di liberare risorse per chi lavora con la pubblica amministrazione che potranno essere utilizzate anche per nuove assunzioni. Non è solo un dato statistico, non è solo un’interpretazione numerica. È una questione politica che ci consente di sbloccare risorse del territorio!

Ogni Assessorato ha dato il suo apporto alla concretizzazione dei numeri iscritti a bilancio con un impegno volto a coniugare la buona ed efficiente gestione del denaro pubblico con la qualità dei servizi al cittadino. Dal punto di vista amministrativo è stata contenuta la spesa per il personale e si è proceduto ottimizzando gestione e procedure.

Nell’ambito sociale ed in quello della cultura abbiamo assistito ad un incremento della spesa corrente necessario a supportare le esigenze della cittadinanza. Il bilancio consuntivo testimonia che, oltre alle consuete attività di assistenza alle fasce deboli condotte focalizzando l’attenzione alla persona ed alle famiglie, nel 2017 l’Assessorato ai servizi sociali ha promosso attività volte a stimolare la socialità dei gorlesi tutti ed in particolare dei più giovani.

Il progetto Seminiamo il Rispetto, infatti, ha avuto come obiettivo l’educazione alla legalità, al rispetto e al senso civico dei giovani gorlesi, coinvolgendo oltre alle istituzioni educative presenti sul territorio anche le associazioni sportive. Allo stesso modo l’Assessorato alla Cultura e pubblica istruzione col budget a disposizione ha saputo organizzare e coordinare importanti attività dirette ai piccoli, ai giovani ed agli adulti. Non possiamo non segnalare il Master organizzato in collaborazione con il Corpo musicale Santa Cecilia che ha dato lustro internazionale al nostro paese, ma anche le iniziative costanti dirette a stimolare la lettura come i Caffè letterari, le letture animate per i piccoli e le attività della Fondazione Torre Colombera in collaborazione con l’assessorato e le scuole per l’evento “Pinocchio”.

Non sono da dimenticare nemmeno le attività comuni ai due assessorati quali ad esempio il Protocollo con la Parrocchia relativo alle molteplici attività educative cui partecipano i bambini gorlesi,  l’introduzione dei piatti in ceramica alla mensa scolastica che ha elevato la qualità del servizio, l’organizzazione dei mercatini di Natale e della festa del Volontariato che hanno contribuito a vivacizzare la vita del paese, i Percorsi sulla genitorialità alle scuole primarie e secondarie di grande supporto alle famiglie nonché il sostegno a tutte le attività promosse sul territorio in tema di tutela delle donne vittime di violenza.

Anche sotto il profilo della sicurezza non possiamo non segnalare il successo conseguito in relazione al Controllo del vicinato cui partecipano oltre 200 famiglie.

Da ultimo, ma non in ordine di importanza, non possiamo non registrare una nuova vivacità nell’ambito dei lavori pubblici. Va infatti sottolineato l’impegno dell’Assessorato e della Giunta tutta nel portare avanti le attività riguardanti la ristrutturazione del municipio che, finalmente, dopo tanti anni vedrà la propria conclusione; i lavori di riqualificazione ed opere tese al miglioramento delle prestazioni energetiche nella scuola primaria “Edmondo de Amicis! che miglioreranno notevolmente la qualità della vita di chi in quei luoghi si forma e di chi ci lavora; la realizzazione del Centro sportivo di via Roma che finalmente, dopo tante promesse negli scorsi lustri, trova la propria concretizzazione con questa Amministrazione; la bonifica della copertura della ex TSG a tutela della salute dei cittadini.

Come facciamo a non essere orgogliosi di tutto questo?! Terminiamo dicendo che riteniamo sicuramente auspicabile incrementare l’efficienza razionalizzando le spese, anche alla luce dei continui tagli nei trasferimenti e ai decreti che aboliscono tributi fondamentali, e dall’altro sviluppare l’efficacia migliorando i servizi sulla base dell’esperienza. Ci siamo!!!

Vogliamo continuare ad andare avanti uniti sapendo che quello che stiamo offrendo a Gorla Maggiore non è un compitino ben svolto a casa, ma è un risultato importante, positivo, un risultato che offre un quadro di tenuta, se non di avanzamento della qualità e della quantità dei servizi che il Comune offre. Dobbiamo essere consapevoli di questo.  Come gruppo del “fareComune”, siamo pronti a un voto positivo a questo rendiconto di bilancio”.

LA MINORANZA VOTA CONTRO. “METODO CHE FA GELARE IL SANGUE”

“L’esercizio 2017 si è concluso. Chiediamo a questa maggioranza se si ritiene soddisfatta di come sono stati amministrati i soldi dei cittadini. Noi, come gruppo di Insieme per Gorla, ci riteniamo delusi, perché anche quest’anno questa amministrazione non è stata in grado di spendere oltre 290 mila euro, portandoli in avanzo. In caso di carenza di idee, la minoranza, costretta ad assistere passivamente a tale immobilismo, potrebbe darvene alcune, a partire dalla ricostruzione dell’edificio del “bar sport”, oppure la sistemazione di via Raffaello, delle strade che necessitano urgente manutenzione o una gestione più attenta del verde pubblico. Quello che l’amministrazione si appresta a fare quest’anno lo avrebbe potuto avviare nel 2017 e oggi potremmo parlare di altri progetti.

Ci mostriamo molto preoccupati, perché visionando l’elenco dei residui passivi pare che i debiti, che questo Comune porta sulle spalle al 31/12/2017, sembrano essere in crescita esponenziale, superando i 4,5 milioni di euro. Chiediamo come mai a oggi il paese è stato parzialmente cablato con il servizio di fibra ottica, lasciando buona parte dei cittadini gorlesi ancora senza fibra e senza alcuna risposta sulla data di posa dei cavi. Oppure il fatto che il nuovo sito del comune più volte annunciato non risulta ancora online. Alla data odierna, il progetto sulla sicurezza del paese, per dotare le strade di accesso con varchi videosorvegliati sembra giacere ancora sulla carta.

La mancata volontà di lavorare assieme per obbiettivi mediante le commissioni, convocate per illustrare atti e progetti già conclusi, oppure non convocate da tempo immemore (servizi sociali: ultima convocazione 22 maggio 2017, sicurezza: oltre 2 anni, lavori pubblici: ultima convocazione 31 luglio 2017), fa sì che manchi qualsiasi scambio di vedute e qualsiasi contatto volto ad agevolare la costruzione di un clima sereno all’interno della comunità. A volte non è la freddezza dei numeri a far gelare il sangue, bensì il metodo. A noi interessa di più l’essere che il fare. Non convocare le commissioni oltre a non dare la possibilità alla minoranza di intervenire sui temi, dimostra scarso rispetto per i cittadini: non solo quelli che non hanno scelto l’attuale amministrazione, ma tutti quelli che sono rappresentati negli organi consultivi. Ulteriore dimostrazione del fatto che si è creata un frattura tra l’azione amministrativa e la comunità.

Per tutti i suddetti elementi tecnico economici per il fatto che non condividiamo lo “stile della casa” del gruppo “Farecomune”, il nostro voto al rendiconto 2017 non può che essere fortemente contrario”.

Copyright @2018