Stavano per colpire in via Galvani a Busto
Fermate due ladre munite di passepartout

Due donne che si aggiravano munite di passepartout in un condominio di via Galvani a Busto Arsizio sono state denunciate per tentato furto e possesso di arnesi da scasso e quindi allontanate dalla città con il foglio di via

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Due donne che si aggiravano munite di passepartout in un condominio di via Galvani a Busto Arsizio sono state denunciate per tentato furto e possesso di arnesi da scasso e quindi allontanate dalla città con il foglio di via.
La volante del Commissariato è intervenuta dopo la segnalazione di un condomino. Le due donne, dopo essersi fatte aprire il portone suonando insistentemente ai citofoni, erano salite per le scale soffermandosi davanti ai vari appartamenti. Avevano poi suonato al campanello di un’abitazione e, non ricevendo risposta, si erano messe ad armeggiare vicino alla porta. All’arrivo degli agenti, le due sono tornate sui loro passi correndo verso i piani superiori, dove sono state raggiunte e bloccate dai poliziotti. Le donne, che hanno cercato di giustificare la loro presenza affermando di essere impegnate nella vendita porta a porta di stracci, sono state accompagnate in Commissariato dove, dalla borsetta di una delle due, sono saltati fuori i quattro passepartout. Le due, nomadi italiane di 50 e 31 anni, dichiaratamente domiciliate nelle province di Pavia e Milano e con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, sono state denunciate per tentato furto e, con provvedimento del Questore, allontanate da Busto Arsizio dove non potranno tornare per tre anni.
La Polizia di Stato sollecita la pronta segnalazione di presenze sospette poiché – anche quando non vi sono gli estremi per arrestare i sospetti ladri perché, come in questo caso, l’intervento è talmente tempestivo da precedere il tentativo – è comunque possibile ricorrere a provvedimenti per prevenire la commissione di furti.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA