EVENTO ORGANIZZATO DAL GRUPPO CHE VOLUTO IL SINDACO
Festa in centro per il primo anno della lista Antonelli. “Tanti obiettivi raggiunti”

Una serata in cui la realtà guidata dal portavoce Francesco Iadonisi ha brindato ai risultati già ottenuti nel primo anno di amministrazione, lanciando anche uno sguardo al futuro

GIOGARA

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Esattamente 365 giorni fa inseguivamo un sogno… Adesso è diventato realtà, ma è solo l’inizio”.  La lista Antonelli-Risvegliamo Busto, coordinata da Francesco Iadonisi, si è ritrovata a festeggiare un anno “pieno di risultati” conseguiti dall’amministrazione guidata dal sindaco Emanuele Antonelli, con un ricco apericena insieme a un centinaio di amici e simpatizzanti al Sempre Pronto di piazza San Giovanni.

Una serata in cui si è brindato agli obiettivi raggiunti lanciando anche uno sguardo al futuro. “Noi siamo un’area civica che dialoga con i partiti  ma che ha una sua anima – puntualizza Iadonisi – Al primo cittadino dico bravo perché ha saputo confrontarsi con le varie problematiche della città  facendo tanto nonostante abbia assunto un’eredità pesante”.

Lascia quindi la parola al primo cittadino che ringrazia tutti: “Non saremmo qui senza di voi.  Pur avendo sottovalutato quanto fosse complicato, fare il sindaco mi riempie d’orgoglio e sono felicissimo”. Antonelli  fa un bilancio del primo anno di amministrazione ricordando i traguardi raggiunti: “Abbiamo lavorato su tutti i quartieri, i frutti li vedrete entro la fine dell’anno”. Cita le principali opere realizzate: “Il parcheggio di San Michele, la partenza dei lavori di via Lonate attesi da quindici anni, la questione della caserma dei carabinieri che arriverà a una soluzione positiva entro la fine del 2017”. Poi, il Palaghiaccio “che sarà sostituito da strutture che servono a Busto” e l’ospedale unico, “un’eccellenza del territorio”  cui si collegherà anche il sottopasso di Sant’Anna: “Finalmente lo faremo”, annuncia.

Interviene anche Miriam Arabini, assessore ai servizi sociali, che sottolinea: “È stato un anno arricchente in un settore in cui è difficile dover dire di no alle persone in difficoltà. Abbiamo fatto un grandissimo lavoro sia sulla rete antiviolenza sia per quanto riguarda i progetti per gli anziani, come la residenza di via Tasso, e i nuovi sportelli aperti. Ho ricevuto un importante aiuto dal terzo settore”. E Paola Magugliani, con delega alla Cultura e Istruzione, evidenzia: “Abbiamo fatto più di prima. Sono molto orgogliosa degli eventi organizzati e del lavoro fatto con i ragazzi delle scuole”. Presenti anche i due consiglieri rappresentanti della lista (il terzo , Diego Cornacchia, ha invece lasciato il gruppo ormai da tempo): Roberto Ghidotti  ripensa al fenomeno Macron: “L’esperienza di questa lista civica va nella direzione giusta”; Paolo Genoni guarda alla presenza dell’ospedale unico che potrebbe fare da “volano” per la ricerca universitaria.

A concludere la serata è Iadonisi che ribadisce: “Siamo convinti di aver fatto la scelta giusta scegliendo Emanuele e la sua squadra. Ci auguriamo che questa avventura prosegua ricandidando  ancora, dopo questi cinque anni, il nostro sindaco”.

Copyright @2017

NELLA STESSA CATEGORIA