Finale play-out campionato di A-2
Festa Knights: è salvezza!

Festeggiano i Knights, che conquistano la salvezza al termine di una gara-cinque semplicemente perfetta espugnando il PalaBakery

Enrico Salomi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Festeggiano i Knights, che conquistano la salvezza al termine di una gara-cinque semplicemente perfetta espugnando il PalaBakery. In pratica non c’è mai stata partita: Piacenza è costretta ad alzare bandiera bianca e retrocede in serie B davanti al proprio pubblico (salvo probabili ripescaggi estivi). Legnano salva la serie A-2 al termine di una stagione difficilissima, a tratti sportivamente drammatica, con tanti cambiamenti in corsa e con problemi estivi di budget rispetto agli anni precedenti. Una salvezza che pareva compromessa dopo la sconfitta-beffa di domenica scorsa al PalaBorsani: invece Ferri e compagni sono stati bravissimi a tenere la mente fredda e il cuore caldo e hanno sfoderato “la partita perfetta” per dirla con coach Alberto Mazzetti. Archiviata la salvezza, adesso la “palla” passa nelle mani del Presidente Marco Tajana, della società e della città di Legnano per riuscire a conquistare una nuova salvezza, mantenendo intatto il titolo sportivo e quindi il diritto di disputare sul campo la nuova stagione in A-2. La partenza è splendida con Thomas protagonista (0-7) e i Knights arrivano due volte sul +9 fino alla prima sirena con i canestri di Guerra e Perego a limare (21-26 al 10’). I Knights hanno ottime risposte soprattutto dal supporting cast degli italiani (Bortolani 19, Ferri 18, Serpilli 10 punti), mentre gli americani di Piacenza girano veramente a vuoto, soprattutto il bomber Appling (19 punti in due, 10 della guardia). Nel secondo quarto gli ospiti lanciano la volata lunga (+16 del 25-41 con Laganà), prima delle due bombe di Green che riducono le distanze (38-48 all’intervallo). Dopo la pausa lunga la partenza dei Knights è fragorosa: Bozzetto e 6 punti di Bortolani lanciano la Axpo sul 48-56; poi Raffa e Bortolani segnano i punti del 41-61 e da qui Legnano non si volta più indietro (51-72 al 30’). Nell’ultima frazione la Axpo rompe gli argini fino al +34 del 61-95. Inizia la festa, si scioglie la paura, la tensione lascia spazio all’adrenalina. E’ salvezza!

BAKERY PIACENZA – AXPO LEGNANO: 66-95 (21-26, 38-48, 51-72)
Bakery Piacenza: Pastore 14, Perego 14, Appling 10, Guerra, Green 9, Castelli 6, Bracchi 2, Cassar 1, Spera, Pederzini, Orlandi. Coach De Carlo.
Axpo Legnano: Thomas 19, Bortolani 19, Ferri 18, Raffa 14, Serpilli 10, Bozzetto 5, Bianchi 5, Laganà 5, Berra, Biraghi, Corti, Coraini. Coach Mazzetti.

Copyright @2019