ALBERTO PISONI RICORDA MAGON
“Per noi era una figura di riferimento, quasi paterna”

Nel giorno in cui la comunità si stringe attorno alla famiglia per porgere l’ultimo saluto a Luigi Magon, Alberto Pisoni, che con lui ha condiviso l’ultimo tratto del percorso politico, ha voluto condividere il proprio ricordo

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nel giorno in cui la comunità si stringe attorno alla famiglia per porgere l’ultimo saluto a Luigi Magon, Alberto Pisoni, che con lui ha condiviso l’ultimo tratto del percorso politico, ha voluto condividere il proprio ricordo. “Ho conosciuto Luigi in un ambito non politico, in occasione del primo consiglio della comunità Pastorale di San Gregorio Magno – ricorda Alberto Pisoni – eravamo rappresentanti di due Parrocchie differenti, e stavamo svolgendo un compito nuovo, quello di mediare tra le diverse realtà parrocchiali olgiatesi per formare una nuova Comunità unita; io ero uno dei giovani, mentre Luigi era già da anni un punto di riferimento all’interno del Buon Gesù.
Sin da allora ho subito capito che gran parte della sua vita era permeata dalla vicinanza a questo mondo, che però non si esauriva all’interno della Parrocchia; i valori cristiani da lui erano testimoniati nella vita di tutti i giorni, anche in ambito sindacale, di cui ha fatto parte per diversi anni, e politico.

E anche in politica si è speso sino alla fine per il bene del suo paese e dei suoi concittadini, anche se io posso solo raccontare gli ultimi anni di questo suo percorso, che ha condiviso da vicino con me; a 25 anni, infatti, sono andato da lui, un ex Sindaco, a dirgli che volevo fare una lista e a chiedere il suo appoggio poiché cercavo una figura di riferimento per il Buon Gesù e Valerio Mola mi aveva consigliato di rivolgermi a lui.
La mia proposta fu accettata, Luigi entrò a far parte di V.O.I., e con il passare del tempo ci siamo avvicinati; in lui ho trovato una persona che si è sempre impegnata nel gruppo, che aveva preso a cuore, e che ha sempre dato il proprio contributo. Anche se nella lista era la persona con più esperienza, non ce l’ha mai fatto pesare, anzi, è diventato per tutti una figura di riferimento, quasi paterna. Con estrema umiltà si è sempre messo a disposizione di tutti, non facendo mai valere la sua superiorità, dimostrando sempre un grandissimo rispetto per tutti, anche per i più giovani.
Il suo impegno politico è durato siano alla fine; anche nell’ultima campagna elettorale è stato una parte attiva e presente nel gruppo, anche se non era tra i candidati.
Forse ha visto nel nostro gruppo la possibilità di tramandare in paese un certo modo di vedere la vita pubblica e di comportarsi; penso che avesse piacere del fatto che qualcuno continuasse nel portare avanti il suo modo di porsi, e noi cercheremo di farlo al meglio delle nostre possibilità in tutti i campi”.

Copyright @2019