La Sport Management chiama a raccolta Busto
Finali di Champions ad un passo. “Una piscina piena per spingerci alla vittoria”

Serve una combinazione favorevole di risultati per centrare le finali di Champions League. Difficile, ma non impossibile, a riprova del cammino esaltante della Sport Management. La partita di sabato ore 19 (ingresso gratuito alle Manara) potrebbe blindare la qualificazione tra le migliori otto squadre d’Europa

Da sinistra: Valentino, Baldineti, Farioli, Averaimo e Luongo

Alessio Murace

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Serve una combinazione favorevole di risultati (vittoria dei mastini e contemporanea non vittoria degli ungheresi di Szolnok contro la capolista Dubrovnik) per centrare un traguardo storico. Difficile, ma non impossibile, a riprova di come il cammino in Champions League della Sport Management Busto Arsizio, fin qui, sia stato fantastico, a tratti esaltante ed oltre ogni più rosea aspettativa.

La partita casalinga di sabato, 13 aprile ore 19, contro Hannover potrebbe sancire l’incredibile, quanto inattesa alla vigilia della competizione, qualificazione tra le migliori otto formazioni d’Europa. Un traguardo che la Sport Management, dal presidente Sergio Tosi al team manager Gianni Averaimo, da coach Marco Gu Baldineti ai giocatori tutti, splendidi protagonisti di questa cavalcata europea, partita ad ottobre con la vittoria all’esordio sui campioni in carica dell’Olympiacos, adesso sente a portata di mano, talmente vicino che sarebbe un peccato farselo sfuggire.

Perché il sogno diventi realtà ci sono ancora tre partite da giocare. La prima è la gara casalinga di questo sabato, alle Piscine Manara (ingresso gratuito), contro la formazione tedesca (molto montenegrina negli effettivi), già sicura di partecipare alle finali in quanto società organizzatrice. “Basterebbe” la combinazione di risultati citata all’inizio per centrare la qualificazione, di certo sarà necessaria una vittoria per rendere meno determinanti le trasferte in Ungheria e Grecia degli ultimi turni.

La conferenza stampa dell’antivigilia, alla quale hanno partecipato coach Gu Baldineti, il team manager Averaimo ed i giocatori Stefano Luongo e Giuseppe Valentino, è stata l’occasione per chiamare a raccolta i tifosi (fedelissimi) dei mastini e per lanciare un appello di sostegno, partecipazione e vicinanza, alla città tutta. “Sabato vorremmo vedere gli spalti pieni, il pubblico dovrà essere l’ottavo uomo in vasca per spingerci alla vittoria” hanno detto all’unisono i protagonisti. A loro, ha fatto eco l’assessore allo Sport, Gigi Farioli, primo artefice e fautore del “gemellaggio”, ormai quadriennale, tra Busto e la pallanuoto di serie A.

Vorremmo che la città avverta questa squadra sempre più sua, così come è sentito l’impianto, uno dei gioielli della città; vorremmo che emerga il legame tra la città e la sua squadra di pallanuoto, anche in considerazione della fantastica cavalcata compiuta dalla Sport Management negli ultimi quattro anni nelle acque della Manara”, ha detto Farioli, incoraggiando i bustocchi (nonostante l’infausta coincidenza con la Pasqua dell’Atleta in Basilica San Giovanni) a riempire la piscina per spingere i mastini a raggiungere quel sogno (quasi) reale.

La partita inizierà alle 19, l’ingresso all’impianto di via Manara è gratuito.

Copyright @2019