I “risultati” del weekend
Fine settimana di controlli per i carabinieri, arresti e denunce

Complessivamente, nel corso del fine settimana sono stati controllati tre esercizi pubblici (colpiti da multe per diverse violazioni di natura amministrativa) ed identificati 136 soggetti, di cui 33 stranieri. Arresti e denunce tra Busto e Castellanza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Arresti e denunce nel corso dei servizi effettuati nel fine settimana dai carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio.

Nella notte tra domenica e lunedì i militari del nucleo operativo e radiomobile, nel contesto dell’attività di prevenzione contro i furti in abitazione, hanno arrestato per evasione un cittadino albanese, pregiudicato. Il soggetto, sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, è stato controllato in zona residenziale, risultando all’esterno del proprio domicilio in orario non consentito e senza preventiva autorizzazione. Dopo il controllo, è stato condotto in carcere a Busto Arsizio a disposizione dell’autorità giudiziaria. Poco lontano, a bordo di un’auto in sosta, in piena notte, è stato rintracciato un 40enne, anch’egli albanese, che si ritiene potesse fungere da “palo” al connazionale in procinto di commettere qualche reato. In attesa di accertamenti, il soggetto è stato denunciato in stato di libertà per violazione della normativa sugli stranieri, in quanto irregolare sul territorio nazionale.

Nel corso dello stesso servizio, i militari della stazione di Busto hanno arrestato un 50enne, pregiudicato, identificato tra gli avventori di un locale pubblico del centro, che risultava colpito da un ordine di carcerazione dovendo scontare una pena di dieci anni di reclusione per un cumulo di condanne per reati contro il patrimonio.

Sabato pomeriggio i carabinieri della stazione di Castellanza hanno arrestato per furto aggravato un cittadino di origini nordafricane, domiciliato nella provincia di Como. L’uomo è stato bloccato dai militari operanti, dopo la segnalazione dei vigilantes del centro commerciale “Il Gigante”, per aver asportato dagli scaffali generi alimentari, materiale di cancelleria ed alcuni piccoli elettrodomestici, per un valore complessivo di oltre 300 Euro. Per uscire dal centro commerciale senza essere notato, l’uomo ha rimosso le placche antitaccheggio e poi nascosto la refurtiva sotto i propri indumenti. I carabinieri, perquisendo la sua autovettura, hanno trovato dell’ulteriore materiale, sempre di illecita provenienza, asportato dallo stesso soggetto il giorno prima dal supermercato di Castellanza. In questo caso il valore era di poco inferiore ai 400 Euro. L’intera refurtiva è stata recuperata e restituita al titolare dell’esercizio commerciale.

Domenica sera, invece, ancora i carabinieri di Castellanza, hanno arrestato per rapina impropria un cittadino albanese, 50enne, in Italia senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale. L’uomo, dopo aver asportato generali alimentari sempre dagli scaffali del “Gigante”, nel tentativo di darsi alla fuga minacciava e spintonava l’addetto alla vigilanza. L’immediato intervento dei militari ha permesso di bloccare il malvivente e di recuperare l’intera refurtiva. Il soggetto, trattenuto per tutta la notte nelle camere di sicurezza, è stato sottoposto a processo con rito direttissimo nella mattinata di lunedì.

Complessivamente, nel corso del fine settimana sono stati controllati tre esercizi pubblici (colpiti da multe per diverse violazioni di natura amministrativa) ed identificati 136 soggetti, di cui 33 stranieri.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA