LE SEGNALAZIONI DI AUDIO PORFIDIO
“Giardini aperti in ritardo, parco al buio e marciapiedi coperti di foglie”

Alcuni proprietari di cani si sono rivolti alla Voce della Città per lamentare dei disservizi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’ufficio della Voce della Città in viale Cadorna è sempre aperto per raccogliere proteste e lamentele dei cittadini. E questa volta, a bussare alla porta di Audio Porfidio sono stati alcuni padroni di cani che nei giorni scorsi sono stati al parco di via Culin e a quello del Museo del Tessile.
“Ed entrambi erano chiusi, sebbene fosse passata quasi un’ora dall’orario di apertura indicato sui cartelli”, osserva l’ex consigliere comunale, facendosi portavoce di chi avrebbe voluto portare il proprio animale a fare una rapida passeggiata prima di andare al lavoro.

Per essere precisi, “solo il cancello vicino al bar del Museo del Tessile era aperto, mentre gli altri ingressi risultavano inaccessibili. E non va bene. Se ci sono degli orari, questi vanno rispettati. Non ci vuole molto ed è un segno di attenzione ai cittadini”.
Ma gli inconvenienti riferiti a Porfidio da chi frequenta queste aree non sono finiti: “Sempre al Tessile c’è la questione dei lampioni. L’altro giorno, nel tardo pomeriggio, soltanto uno era acceso. Non è possibile!”.

Il leader de La Voce della Città è un fiume in piena: “I problemi non riguardano soli i parchi. Guardate la situazione dei marciapiedi, ad esempio lungo viale della Gloria. Sono completamente ricoperti di foglie e sono davvero pericolosi per chi ci cammina sopra, in particolare per gli anziani. Senza contare che le foglie finiscono per intasare i tombini in caso di piogge violente. Ogni autunno la situazione si ripete, ma è possibile che questo accada in una città come Busto Arsizio?”.

Copyright @2019