Il presidente della Uyba Volley a tutto tondo
Giuseppe Pirola fissa l’obiettivo: “Voglio arrivare nei primi 4 e sogno la Coppa”

La nuova Uyba è una squadra giovane e sempre più italiana. Il presidente fissa l’obiettivo: “Squadra disegnata per arrivare nei primi quattro”. Pirola presenta anche Casa Uyba e le migliorie strutturali al PalaYamamay

GIOGARA

Igor Mutinari

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ieri, patron Giuseppe Pirola ha partecipato alla presentazione della Pro Patria, da sostenitore e sponsor di maglia qual è con la sua azienda, la Unendo Energia Italiana.

Una settimana fa, ovviamente, non è mancato al raduno dell’altra sua “creatura”, quella Uyba Volley che si sta allenando in palestra aspettando le prime amichevoli e in attesa  di una stagione che partirà ufficialmente il 14 ottobre.

“Ricominciamo con grande entusiasmo – è l’incipit di Giuseppe Pirola – con la consapevolezza di voler fare meglio del passato. Questo è l’impegno che ci prendiamo ancora con il nostro pubblico e con i nostri partner. Un po’ di ragazze sono già qui ad allenarsi, altre sono in nazionale e ci raggiungeranno alla fine dei loro impegni”.

La nuova Uyba è una squadra giovane e sempre più italiana. “Teniamo la barra dritta sulla nostra idea di una squadra basata sulla linea verde e l’italianità con un mix di esperienza che porterà risultati – prosegue il patron – Abbiamo cambiato meno rispetto alle scorse stagioni facendo innesti importanti soprattutto in fase difensiva. Gennari e Bartsch dovrebbero darci più soluzioni nei ruoli dove negli ultimi anni abbiano avuto maggiori difficoltà”.

Il presidente della Uyba Volley fa poi una personalissima valutazione sul campionato. “Sarà un campionato complicato perché almeno sette/otto squadre sono attrezzate per fare bene, tra queste ci siamo anche noi. In ogni partita sarà dura per tutti portare a casa i tre punti. La nostra squadra è stata disegnata per arrivare nei primi quattro posti – dice il patron – è un obiettivo ambizioso che credo e spero si possa raggiungere. Anche se, personalmente, ho una predilezione per l’Europa, mi fa salire l’adrenalina. So che già che al secondo turno della Coppa Cev troveremo una corazzata come l’Eczacibasi Istanbul, ma per vincere, prima o poi, dovremo batterle tutte”.

Dal volley giocato al “fuori campo” dove, si sa, patron Pirola è un vero e proprio vulcano di idee. “Abbiamo in serbo alcune novità anche per quest’anno. Già dalla prima giornata ci sarà Casa Uyba, un grande salotto che potrà ospitare cento persone. Si potranno fare degli eventi durante le partite e nel resto dell’anno e sarà a disposizione di tutti, istituzioni, partner e tifosi. Sarà un ambiente familiare all’interno del palazzetto.

Ci tengo inoltre a sfatare il mito della freddezza tra Uyba e Comune. Durante il periodo di cambio dell’amministrazione è giusto che chi arriva prenda atto della situazione in essere. Prima dell’estate abbiamo trovato una grande unità di intenti e andremo a fare delle migliorie strutturali al PalaYamamay, ad esempio lo doteremo di un impianto di raffreddamento che permetterà al palazzetto di funzionare 365 giorni l’anno per ospitare eventi importanti come concerti, senza mai dimenticare che al centro di tutto ci deve essere il volley d’eccellenza nazionale ed internazionale.

Per nostra fortuna – conclude Giuseppe Pirola – abbiamo sponsor fidelizzati. Senza di loro la strada sarebbe corta, il nostro obiettivo è quello di avvicinare nuove realtà per mettere in risalto il brand e creare relazioni. A questo proposito ringrazio Paolo Ferrario, amministratore delegato di E-work (nuovo title sponsor della Uyba, ndr) che ha creduto nel nostro progetto investendo in soldi ed iniziative che saranno svelate a breve”.

Copyright @2017