I FUNZIONARI DEVONO ESSERE TUTELATI
“Gli amministratori scaricano responsabilità”

Il pensionamento del Segretario Comunale Antonino Corona e l’arrivo del suo successore Claudio Michelone sono diventati, per il Gruppo Indipendente olgiatese, l’occasione per riflettere sul ruolo dei funzionari e sulle carenze di organico presenti all’interno del Comune

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il pensionamento del Segretario Comunale Antonino Corona e l’arrivo del suo successore Claudio Michelone sono diventati, per il Gruppo Indipendente olgiatese, l’occasione per riflettere sul ruolo dei funzionari e sulle carenze di organico presenti all’interno del Comune. “Prendendo spunto dal pensionamento del Segretario comunale Antonino Corona, e contestualmente porgendo il nostro benvenuto al nuovo Segretario dott. Claudio Michelone, cogliamo l’occasione per esprimere alcune riflessioni sul ruolo e l’importanza del personale comunale – spiegano Alda Acanfora, Gianfranco Roveda e Giorgio Volpi – contestualmente, inoltre, desideriamo augurargli, quale professionista e rappresentante dello Stato, buon lavoro e un rapporto di serena e proficua collaborazione.

La nostra volontà, infatti, è quella di collaborare per tutelare gli interessi degli Olgiatesi e dei consiglieri comunali, che si assumono rilevanti responsabilità nel loro ruolo di pubblici amministratori. Quando abbiamo ritenuto ci fossero decisioni prese contro gli interessi della comunità, sviste o errori negli agli atti di Giunta o Consiglio, abbiamo sempre personalmente sottoscritto le nostre osservazioni, in maniera costruttiva, invitando a compiere le dovute correzioni al fine di tutelare tutti: comunità, dipendenti e amministratori di maggioranza, che votano senza essere edotti e consapevoli delle conseguenti responsabilità personali.

I dipendenti comunali, inoltre, sono ricompresi in contratti di lavoro di emanazione statale, che spesso non considerano il vero carico di lavoro e le difficoltà che devono affrontare, e nel nostro comune a questo si aggiunge che molto spesso gli amministratori scaricano su di loro le proprie responsabilità.

Rileviamo, poi, anche uno sbilanciamento di attenzione e risorse: non a caso all’interno del nostro Comune ci sono settori in evidente sofferenza, come ad esempio il comando della Polizia Locale, dove già dal 2016 si poteva assumere nuovo personale; questo non è stato fatto ed oggi è oberato e allo stremo. Lo stesso vale in altri settori.

Invitiamo, infine, a tenere conto anche del significato che hanno le numerose richieste di mobilità in uscita, fatto mai avvenuto in precedenza.

L’augurio è quello che i vari concorsi e le mobilità portino subito i migliori risultati per una piena, efficace e serena operatività, e che l’Amministrazione si attivi per risolvere le situazioni di difficoltà. Siamo convinti che si debba programmare, e investire costantemente sulla formazione e tutela delle professionalità esistenti; i dipendenti sono la spina dorsale del Comune, farli crescere in competenze e professionalità li valorizza, e vi è una ricaduta positiva anche per gli utenti e una conseguente crescita di livello dei servizi, a fronte della necessaria trasparenza imprescindibile nel settore pubblico.

I dipendenti meritano qualcuno che li guidi, tuteli, valorizzi. Sempre più spesso, invece, gli amministratori nascondono le proprie impreparazioni e incapacità scaricando su di loro le proprie responsabilità. È dunque necessario un radicale cambiamento, che porti al rispetto e alla valorizzazione e tutela delle professionalità esistenti, una continua formazione e l’innesto del personale mancante nei posti in cui la carenza è fonte di disagio per i dipendenti e per tutta la comunità”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA