Domenica 15 l’atterraggio sul prato dell’oratorio
A Gorla Maggiore arriva la Madonna Pellegrina di Fatima

Tutto pronto a Gorla Maggiore per accogliere questa domenica la Madonna Pellegrina di Fatima, nel centenario delle apparizioni in Portogallo. Seguirà un’intensa settimana di preghiera e devozione

(Immagine d'archivio)

Alessio Murace

gorla maggiore

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ad attenderla ci saranno i bambini della scuola materna, i ragazzi dell’oratorio con gli animatori e i catechisti, oltre alle autorità comunali e a diversi fedeli. Saranno tutti con il naso all’insù, perché la Madonna Pellegrina di Fatima arriverà a Gorla Maggiore in elicottero e atterrerà, intorno alle 16.30 di domenica, sul campo da calcio in erba dell’oratorio. Per la comunità di Gorla Maggiore sarà una settimana intensa di preghiera, fino al 22 ottobre. La Parrocchia Santa Maria Assunta e il parroco, don Valentino Viganò, hanno predisposto un programma giornaliero fatto di tanti momenti di adorazione, visita e di “affidamento a Maria” davanti alla statua della Madonna Pellegrina, nel centenario delle apparizioni ai tre pastorelli di Fatima.

In elicottero. La Madonna Pellegrina arriverà a Gorla Maggiore nel pomeriggio di domenica 15 ottobre e porterà con sé le reliquie di Santa Giacinta e San Francesco. Arriverà da Tradate in elicottero e atterrerà sul prato dell’oratorio San Carlo di via Battisti. La statua della Vergine sarà accolta dal parroco, dalle autorità e dai bambini e ragazzi dell’oratorio, poi sarà portata in processione dai volontari della parrocchia e farà il suo ingresso nella chiesa principale del paese per la Santa Messa Solenne delle ore 18. Alle 21, il “rosario cantato” chiuderà la prima giornata di preghiera e adorazione con la presenza del simulacro della Madonna Pellegrina di Fatima.

Il programma. Seguirà una settimana di appuntamenti. Lunedì la visita e la preghiera degli ospiti del Centro Diurno, in serata la santa messa in suffragio dei defunti e la processione al cimitero. Martedì visita e confessione agli ammalati, santa messa alle 21 celebrata da don Vittorio de Paoli, assistente nazionale dell’apostolato di Fatima. Mercoledì mattina il saluto a Maria dei bambini della scuola materna, al pomeriggio la messa con gli ammalati e gli ospiti del Centro Diurno (celebra don Tullio Proserpio, cappellano del Centro Tumori di Milano), in serata (ore 21) santa messa con preghiera di guarigione. Celebra Padre Gianfranco Pessina, esorcista.

Giovedì messa per le vocazioni sacerdotali (celebra don Enrico Castagna, rettore del biennio teologico di Venegono), venerdì la celebrazione con i sacerdoti passati da Gorla (presiede don Giovanni Mari nel suo ventesimo anno di ordinazione) e l’inizio dell’adorazione notturna alle 22. Adorazione che proseguirà per tutta la giornata di sabato, fino alle 18, momento in cui si celebrerà la prima santa messa festiva. Alle 21, la processione mariana, a seguire compieta e benedizione eucaristica.

Domenica 22 alle 11 l’ultima celebrazione eucaristica con la benedizione delle famiglie e dei bambini. Alle 15 il vespero e il saluto con i fazzoletti alla Madonna di Fatima che ripartirà da Gorla Maggiore per raggiungere un’altra località in provincia di Bergamo.

Chiesa sempre aperta. Per permettere ai fedeli di passare o sostare in preghiera, da lunedì 16 a venerdì 20 ottobre la chiesa parrocchiale di Gorla Maggiore sarà aperta con orario continuato dalle 6.15 del mattino alle 22.30 della sera. Sabato 21, l’adorazione continuata dalle 9 alle 18.

Copyright @2017