TERMINATI I LAVORI DI RESTAURO, PALAZZO TERZAGHI TORNA AL SUO SPLENDORE
Gorla Maggiore, inaugurato il nuovo municipio: “È la casa di tutti”

Taglio del nastro alla sede rinnovata. I lavori di restauro sono stati completati e nelle prossime settimane sarà effettuato il trasloco dei servizi comunali

Silvia Bellezza

GORLA MAGGIORE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il municipio di Gorla Maggiore, dopo 12 anni, è tornato nella sua sede storica, Palazzo Terzaghi in piazza Martiri della Libertà. I lavori, iniziati nel gennaio dello scorso anno, si sono conclusi ed hanno ridato splendore alla nuova sede degli uffici comunali.

Sabato 8 giugno, nel tardo pomeriggio, è avvenuta l’inaugurazione ufficiale con il taglio del nastro alla presenza del sindaco Pietro Zappamiglio, insieme all’intera giunta, ai consiglieri comunali ed i sindaci della Valle Olona, Mirella Cerini (Castellanza), Vittorio Landoni (Gorla Minore) e Gabriele Moltrasi,  neoassessore di Fagnano Olona.

“È un momento importante per me e per l’amministrazione comunale – ha detto il sindaco Zappamiglio al momento  del taglio del nastro – quattro anni fa, in questi giorni ci insediavamo con un consiglio comunale aperto. In questa piazza ho vissuto momenti di gioia (come  l’inizio del Palio, l’arrivo della Madonna di Fatima ) ma anche difficili, come la decisione di abbattere l’edificio fatiscente qui a fianco, una scelta coraggiosa che allora poteva sembrare avventata ma che ci ha permesso di salvare delle vite. Oggi siamo qui ad inaugurare la casa di tutti – afferma il primo cittadino – un’opera frutto dell’impegno operoso di tante persone”.

Per Zappamiglio è anche il  momento di fare un bilancio: “Abbiamo mantenuto le nostre promesse elettorali a partire dalla restaurazione del palazzo comunale, il parco San Francesco che verrà inaugurato a breve, la via Raffaello è stata completata,  molte opere sono state portate a termine (la scuola elementare, il rifacimento del campo di calcio) e poi l’attenzione all’ambiente, i percorsi naturalistici, la prevenzione della salute e, nell’ambito della cultura, il rilancio della Fondazione Colombera. Ad oggi  possiamo dire di aver realizzato i nostri obiettivi. Siamo con la coscienza a posto, abbiamo fatto tutto ciò che potevamo fare.

Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno collaborato alla ristrutturazione di quest’opera che è costata più un milione e mezzo di euro  alla comunità di Gorla Maggiore ma i risultati sono visibili. Qui si concentreranno tutti i servizi del Comune  con un’organizzazione più efficiente ed economica. Quando si ottiene un grande risultato, il lavoro operoso è corale”. Il nuovo Municipio ha ricevuto la benedizione del parroco, don Valentino Viganò.

I cittadini hanno potuto compiere un tour all’interno del Municipio rinnovato ed ammirare gli spazi luminosi, gli scenografici lampadari, gli affreschi riportati alla luce e restaurati e i pavimenti in cotto che richiamano quelli antichi. Nella sala principale, anche  un pianoforte donato al Comune da una famiglia di Gorla Maggiore in ricordo di Guido Dell’Acqua.

“I lavori sono stati completati e nelle prossime settimane inizierà il trasloco dei servizi – annuncia infine il sindaco – entro la fine dell’anno sarà completata un’altra opera importante  per il nostro paese, il museo ( nell’ala a sinistra) che ci consentirà di dare dignità alle statue che ci sono state donate vent’anni fa al Comune da uno scultore Odoardo Tabacchi. Due delle sue opere saranno esposte in sala giunta”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA