PIEMONTESI E BUSTOCCHI AVANZANO A BRACCETTO
Gozzano-Pro Patria: 0-0. Tigrotti alla Final Four Scudetto

Con il pareggio a reti inviolate a Gozzano, i tigrotti (rigore parato a Le Noci) approdano alla Final Four Scudetto, in programma giovedì 31 maggio e sabato 2 giugno (forse a San Giovanni Valdarno): in palio il tricolore di categoria

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

GOZZANO (NO)

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un pari che accontenta tutti. Come da logiche previsioni, Gozzano e Pro Patria – di fronte nell’ultimo turno del triangolare di qualificazione sotto gli occhi di Alessio Tacchinardi, salutato con affetto dai tanti tifosi bustocchi presenti in Piemonte per il decisivo 1-1 del suo Lecco a Rezzato durante la stagione regolare – non si fanno male, accontentandosi di un condivisibile e condiviso pareggio a reti inviolate che manda così alla Final Four Scudetto entrambe le squadre: i tigrotti di Javorcic come vincitori del gironcino e i piemontesi come miglior seconda dei tre raggruppamenti. Un verdetto per così dire nell’aria, giunto al termine di novanta minuti in cui biancoblù e rossoblù (in verde per l’occasione), scesi in campo senza voler dar vita ad un vero e proprio biscottone, col passare dei minuti – specie dopo il rigore di Le Noci ben parato da Gattone (nella foto sottostante) – hanno però finito per dividersi la torta, evitando amare e sconvenienti sorprese. “Obiettivo centratosintetizza nel post partita mister Ivan Javorcic – lo scudetto nella stagione del centenario avrebbe un grande valore simbolico per la Pro Patria, per la sua gente, per Busto: insomma per tutti noi“.

Con questo ulteriore step, la Pro Patria della presidentessa Patrizia Testa approda dunque alla Final Four Scudetto, in programma forse a San Giovanni Valdarno (ma la sede è ancora da ufficializzare, dopo una prima doppia ipotesi Riccione-Rimini data nel prepartita quasi per certa) con avversaria in semifinale (giovedì 31 maggio) una fra le qualificate Albissola e Vibonese (i biancoblù non potranno affrontare il Gozzano, se non in finale). Il sorteggio delle semifinali si terrà a Roma nella mattinata di giovedì 24 maggio. Il penultimo ostacolo, prima della finalissima per l’assegnazione del tricolore di categoria, prevista per sabato 2 giugno.

PRIMO TEMPO
Nel suggestivo impianto di Gozzano, immerso nel verde ma con una tribuna stampa priva di prese della corrente (solo a Scanzorosciate avevamo visto di peggio…), la Pro Patria – in campo con la gloriosa maglia biancoblù – si schiera con l’undici annunciato, lasciando a riposo Santana, Pettarin e Gazo. Numerosa la presenza di tifosi bustocchi (ingresso 12 euro: no comment). Fra i tanti addetti ai lavori, anche il diesse del Messina Lamazza
00′ – Disabato dà il calcio d’inizio al match. Gozzano in maglia verde
04′ – Gaeta di sinistro: Guadagnin blocca in due tempi
15′ – Sul colpo di testa angolato di Gucci, Gattone salva il risultato
25′ – Le Noci ci prova da fuori area: Emiliano respinge col corpo
30′ – Gucci e Le Noci non si intendono in area
32′ – Missile di Colombo dai trenta metri: Gattone devia in corner
33′ – Sull’angolo, Gucci di testa devia sopra la traversa
35′ – Il morbido pallonetto di Colombo sfiora il gol
38′ – Sul primo angolo per il Gozzano, Guadagnin se la cava
40′ – La prima ammonizione del match è per Ghioldi
47′ – Squadre negli spogliatoi sullo 0-0, nonostante una leggera supremazia dei tigrotti, vicini al gol in almeno due occasioni, con Gucci e Colombo (tra i migliori in campo).

SECONDO TEMPO
Si riparte con gli stessi ventidue protagonisti del primo tempo. In tribuna – oltre allo “Zio Giampa”, ovvero il tigrotto di Borgomanero Giampaolo Calzi – anche l’ex juventino Alessio Tacchinardi, salutato con affetto dai tifosi della Pro Patria memori dell’1-1 di campionato tra il Rezzato ed il suo Lecco
02’ – Rigore per la Pro Patria. Spinta di Romeo su Ghioldi che va a terra
03’ – Errore dal dischetto! Gattone devia in angolo la conclusione di Le Noci. Si rimane sullo 0-0
04’ – Doppio cambio per il Gozzano: fuori Lunardon ed Evans, in campo Messias e Noce
08’ – Prima sostituzione anche in casa Pro Patria: dentro Cottarelli per Ghioldi
10’ – Guadagnin respinge coi piedi la conclusione di Gaeta
11’ – Secondo cambio per mister Javorcic: fuori Mozzanica, dentro Pettarin
17’ – Le Noci da fuori area, blocca Gattone senza grossi patemi
19’ – Ammonito Gucci per simulazione. Ma il fallo, ed il conseguente rigore per la Pro, pareva esserci
20’ – Altri cambi. Il Gozzano sostituisce Gaeta con l’ex Capogna. Nelle fila biancoblù esce dal campo Chiarion e gli subentra Marcone
22’ – Giallo anche per Romeo. Terzo ammonito per la Pro dopo Ghioldi e Gucci
24’ – Sostituzione Gozzano: fuori Gemelli, dentro Perez
30’ – Andamento lento in campo. Per la Pro Patria entra Gazo al posto di Disabato
49′ – Dopo 4 di recupero (accolti con disappunto persino dagli spettatori) arriva il triplice fischio finale: Gozzano-Pro Patria finisce 0-0, con piemontesi e tigrotti entrambi qualificati per la Final Four Scudetto

IL TABELLINO
Gozzano-Pro Patria: 0-0 (0-0)
GOZZANO: Gattone, Evans (dal 4′ st. Noce), Carboni, Guitto, Gemelli, Lunardon (dal 4′ st. Messias), Romeo, Tordini, Gulin, Gaeta, Emiliano. A disposizione: Donetti, Rogora, Perez, Capogna, Gigli, Petris, Vono. Allenatore: Marco Gaburro.
PRO PATRIA: Guadagnin, Chiarion (dal 20’st Marcone), Ugo, Mozzanica (dall’11’ st. Pettarin), Molnar, Zaro, Colombo, Disabato (dal 40’st Gazo), Gucci, Le Noci, Ghioldi (dall’8′ st. Cottarelli). A disposizione: Mangano, Galli, Pedone, Santana, Bortoluz. Allenatore: Ivan Javorcic.
ARBITRO: Saia di Palermo (Pascali, De Angelis).
NOTE – Giornata nuvolosa. Terreno in perfette condizioni. Spettatori 600 circa. Ammoniti: Ghioldi, Lunardon. Calci d’angolo: 3-3. Minuti di recupero: pt 1’+1′, st 4′

(Foto a cura di Giovanni Garavaglia)

POULE SCUDETTO
Gironi A B C
Domenica 13 maggio: Pro Patria-Virtus Verona: 3-1
Domenica 20 maggio: Virtus Verona-Gozzano: 0-2
Mercoledì 23 maggio: Gozzano-Pro Patria: 0-0
Classifica: Pro Patria, Gozzano punti 4; Virtus Verona 0.

Gironi D E F
Domenica 13 maggio: Rimini-Albissola: 4-4
Domenica 20 maggio: Vis Pesaro-Rimini: 1-2
Mercoledì 23 maggio: Albissola-Vis Pesaro: 2-0
Classifica: Albissola, Rimini punti 4; Vis Pesaro 0.

Gironi G H I
Domenica 13 maggio: Potenza-Rieti: 0-0
Domenica 20 maggio: Vibonese-Potenza: 4-0
Mercoledì 23 maggio: Rieti-Vibonese: 1-2
Classifica: Vibonese punti 6; Rieti 1; Potenza 1.

IL REGOLAMENTO
Partecipano le 9 vincenti dei gironi di Serie D suddivise in tre triangolari (vincente girone A-B-C; D-E-F; G-H-I). Riposa nella prima giornata il team determinato per sorteggio, nella seconda quello che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, che avrà giocato in trasferta. Si qualificano alla final four le tre vincenti dei triangolari più la migliore seconda, le gare di semifinale e finale si disputeranno sui campi individuati dal Dipartimento Interregionale. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari si andrà direttamente ai calci di rigore.
Il Calendario
13 maggio  1^ gara triangolare
20 maggio  2^ gara triangolare
23 maggio  3^ gara triangolare
31 maggio  semifinali
2 giugno  finale

Copyright @2018