IN VIA PILO
Grazie ai volontari, nasce il parco intitolato a Saverio Mayer

Un gruppo di cittadini, guidati da Alberto Mayer, ha ripulito la vasta area verde. Il parco è stato intitolato all'imprenditore bustocco, nell'ambito delle "Pietre vive"

GIOGARA

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

È stato inaugurato sabato mattina, in via Pilo, il parco intitolato a Saverio Mayer. Un traguardo raggiunto grazie all’impegno di un gruppo di cittadini capitanati da Alberto Meyer, figlio dell’imprenditore bustocco, che due anni fa, con impegno, incominciarono a ripulire la zona che versava in stato di totale abbandono.
Così sono stati rimossi accumuli di rifiuti e tutto il degrado che rovinava la bella area verde compresa tra le vie Pilo, Busona, Turbigo e Salvo D’Acquisto: ben 12mila metri quadri restituiti al quartiere. Il sindaco Emanuele Antonelli ha voluto dire grazie al gruppo di cinque volontari: oltre a Meyer, Fabio Formenti, Fabrizio Gallazzi, Giovanni Viale e Franco Beliusse, intitolando il parco, con una “Pietra Viva”, a Saverio Meyer, fondatore della Ibici, una ditta all’avanguardia negli anni Ottanta nel settore delle calze.

Oltre a tanti cittadini del quartiere, erano presenti un gruppo di lavoratrici della ditta che hanno voluto rendere omaggio all’imprenditore: “Fu lui tra i primi, a livello mondiale, a lavorare la lycra,  un uomo illuminato, esigente ma di grande bontà. Ad alcuni operai pagò di tasca propria l’anticipo della casa”, racconta con affetto una ex dipendente.
La targa, dedicata all’imprenditore “visionario e innovativo”, è stata svelata dal sindaco e dell’assessore Paola Magugliani. “Siete in tantissimi oggi, significa che qualcosa di bello è stato fatto – ha detto il primo cittadino – e in questo caso l’amministrazione comunale non c’entra nulla. Il merito è di questi volontari che hanno raggiunto un bellissimo risultato. Alberto mi chiamava spesso e io non gli rispondevo più perché era diventato quasi uno stalker per questo parco, ma adesso gli chiedo scusa e gli dico grazie, ad averne di cittadini così che si occupano del verde!”.

L’inaugurazione, evidenzia l’assessore Magugliani,  cade in una giornata speciale, in cui l’imprenditore avrebbe compiuto cento anni: “Abbiamo preso la rincorsa affinché questa intitolazione avvenisse nel momento giusto”, afferma. Anche Salvatore Scianna di Agesp ringrazia i volontari: “Hanno fatto un bellissimo lavoro”. Alla cerimonia erano presenti l’assessore Manuela Maffioli e i consiglieri comunali Orazio Tallarida e Alessandro Albani.

Copyright @2018